Caricamento in corso...
20 giugno 2011

Inter: l'Inghilterra non libera Capello, spunta Gasperini

print-icon
cap

Niente Inter per Fabio Capello: la Football Association non avrebbe dato il via libera all'operazione condotta dalla dirigenza nerazzurra (Getty)

Perso Villas Boas, sfuma anche il ct inglese: la Fa Association dice no a Moratti. Mihajlovic resta alla Fiorentina, Zenga realistico: "Non vivo nel mondo dei sogni". Previsto un incontro con l'ex tecnico del Genoa. Materazzi rescinde. IL VIDEO

Morattini 2011: guida al Totoallenatori Inter

Niente Inter per Mihajlovic, resta alla Fiorentina

FOTO:
Gli striscioni dei tifosi rossoneri contro Leonardo - La storia e la carriera di Leo

NEWS - Interisti, i dubbi corrono sul web: chi mai ci allenerà? - Macché Giuda: ecco perché Leo è un vero milanista...

VAI ALLO SPECIALE CALCIOMERCATO

Perso Villas Boas, sempre più vicino al Chelsea di Roman Abramovich, l'Inter perde anche Capello. Don Fabio non sarà il prossimo allenatore nerazzurro: secondo quanto si apprende, la Football Association non avrebbe dato il via libera all'operazione condotta dalla dirigenza nerazzurra. Capello, attualmente in vacanza, rimarrà in Inghilterra perché gli Europei sono alle porte. A questo punto l'Inter potrebbe clamorosamente virare su Giampiero Gasperini. Come annunciato da Gianluca Di Marzio nel corso di Speciale Calciomercato: martedì sarebbe in programma un incontro tra i dirigenti nerazzurri e l'ex tecnico del Genoa

Don Fabio -
Capello venne chiamato dalla Football Association dopo la mancata qualificazione inglese agli Europei 2008, il 14 dicembre 2007. Il giorno successivo, il tecnico friulano firmò un contratto di quattro anni e mezzo per la cifra da capogiro: circa 5,5 milioni di euro a stagione. Il primo giugno 2010 venne rimossa la clausola di rescissione da parte sua del contratto e rinnovò fino al 2012. Il 2 luglio la Federazione Inglese annunciò quindi la riconferma definitiva di Capello alla guida della Nazionale.

L'Uomo Ragno - "Se mi fosse stato offerto, certamente non avrei potuto rifiutare, ma non mi piace vivere nel mondo dei sogni. Non sto seduto ad aspettare che cose come queste mi capitino. Amo il mio lavoro e questo è quello che mi piace fare. Ora sono all'Al Nasr e sto dando il massimo per fare bene". Lo afferma Walter Zenga, vecchia gloria nerazzurra il cui nome è stato avvicinato in passato alla panchina dell'Inter, in un'intervista al sito della Fifa. Sulla possibilità che l'Inter rivinca lo scudetto nella prossima stagione, Zenga ha detto: "Non ho seguito la serie A perché gli orari sono diversi e spesso le mie gare si sovrappongono. Parlando a linee generali, però, chi vince merita sempre. Per vincere lo scudetto bisogna continuare a vincere tutta la stagione, e te lo sei meritato solo se si finisce in testa".

Intanto Massimo Moratti continua a tacere: "Non so niente. Parlate con Branca e gli altri dirigenti che mi devono chiamare. Anche oggi non ho potuto seguire le vicende dell'allenatore, non so niente davvero e non posso dire niente". Ma ormai sembra che l'annuncio del nuovo tecnico sia solo questioni di pochi giorni.

L’addio di Matrix -
Marco Materazzi lascia l'Inter: il difensore - 37 anni - ha infatti rescisso il suo contratto con la società nerazzurra in scadenza nel 2012. Una scelta che era già nell'aria da tempo: oggi il suo agente conferma la decisione. Probabilmente, per Matrix si profila un'ultima annata da giocatore in un campionato estero e poi un rientro in casa nerazzurra con un ruolo nel club. Il 7 giugno, Materazzi aveva incontrato Massimo Moratti per concordare la sua uscita. In quella occasione aveva detto: "Non so ancora se sarò qui il prossimo anno. Il presidente mi ha detto che posso fare quello che voglio. Il nostro è un rapporto limpido, non ci saranno problemi. Ogni anno vengo a parlare con Moratti, non ci sono problemi, stiamo discutendo".

"Un mio futuro da dirigente? Certo, questa maglia è come una seconda pelle", aveva aggiunto. Oggi, il suo agente Claudio Vigorelli ha ufficializzato la fine della carriera agonistica in nerazzurro di Matrix, uno dei simboli dell'Inter


Guarda anche:

Macché "Giuda" interista: ecco perché Leo è un rossonero doc
Villas Boas, il sogno di Moratti diventa realtà al Chelsea

Tutti i siti Sky