Caricamento in corso...
21 giugno 2011

Moratti: "Non è lotta a due". Blanc no, rispunta Hiddink

print-icon
mor

Su Blanc, Moratti ha spiegato che "è difficile liberarlo dal contatto con la federcalcio francese"

Il patron esclude un ballottaggio riservato ai soli Gasperini e Mihajlovic: "Ho sensazioni differenti". Frenata sul ct della Francia: "Difficile liberarlo". L'olandese in corsa. Delio Rossi: "Non sono stato contattato". FOTO: "BOMBE" DI MERCATO. IL VIDEO

Morattini 2011: guida al Totoallenatori Inter

Fuori un altro. Anche Delio Rossi si autoesclude


FOTO:
Gli striscioni dei tifosi rossoneri contro Leonardo - La storia e la carriera di Leo

NEWS - Interisti, i dubbi corrono sul web: chi mai ci allenerà? - Macché Giuda: ecco perché Leo è un vero milanista... - Niente Inter per Mihajlovic, resta alla Fiorentina

VAI ALLO SPECIALE CALCIOMERCATO

Non concede altri indizi né indica Hiddink come favorito "perché sarebbe tremendamente offensivo per gli altri", ma il presidente dell'Inter Massimo Moratti assicura che entro pochi giorni sarà definito il nome del successore di Leonardo sulla panchina nerazzurra. "Per fortuna non c'è il campionato domenica... - ha sorriso Moratti dopo aver incontrato i suoi dirigenti Marco Branca e Piero Ausilio -, entro qualche giorno risolveremo la questione".

Moratti ha poi negato che si tratti di una corsa a due tra Gian Piero Gasperini e Sinisa Mihajlovic. "Questa non è la mia sensazione", ha sorriso negando contatti con Laurent Blanc. "Poiché è il ct della nazionale francese, ci sono dei problemi per contattarlo - ha osservato -, sta facendo un'esperienza e credo abbia voglia di continuarla. Non l'ho contattato e non penso sia il momento giusto per farlo"

In mattinata il presidente dell'Inter entrando negli uffici della Saras, aveva ostentato tranquillità in merito alla scelta del nuovo allenatore: "Ma che preoccupati, sarete preoccupati voi...", aveva detto il patron interista ai cronisti che lo attendevano. E uscendo, qualche ora dopo, aveva precisato: "Gasperini? Ma per favore, vedremo per i favoriti. Vi diremo noi. Oggi non è la giornata decisiva". Su Capello, Moratti aveva poi spiegato che "la Federazione inglese non consente il suo arrivo. Tecnico italiano o straniero? Ci arriveremo", ha concluso...

L'ipotesi Laurent Blanc
- Non bisogna dimenticarlo. L'Inter aveva già scelto Laurent Blanc come successore di Josè Mourinho, prima di gettarsi sul "traditore" Leonardo. Lo rivelava giusto un anno fa il quotidiano francese Le Parisien, secondo cui a fine maggio 2010 la dirigenza nerazzurra aveva offerto la propria panchina all'ex tecnico del Bordeaux. Solo che ai tempi, e soprattutto "dopo una lunga riflessione", Blanc rinunciò. Anche perchè aveva già dato la sua parola alla Federcalcio francese per sostituire il fallimentare Raymond Domenech alla guida della nazionale.

Anche Hiddink una buona exit strategy - Non è escluso che Moratti, apparso ultimamente come una sorta di zimbello della stampa per la serie di "no" collezionati dai candidabili al dopo Leo, possa giocarsi la duplice carta Hiddink-Blanc carta con astuzia mediatica: "Abbiamo sempre saputo chi scegliere, abbiamo lasciato sfogare i giornali con tutte le loro illazioni, ben consci dall'inizio di chi volevamo, di chi serviva davvero all'Inter...". Potrebbe insomma essere una buona exit strategy, una via d'uscita alle (presunte?) figuracce sin qui rimediate dopo i vari colpi bassi di Bielsa, Villas Boas, Mihajlovic, Capello eccetera eccetera eccetera. Staremo a vedere...

Guarda anche:
Macché "Giuda" interista: ecco perché Leo è un rossonero doc
Villas Boas, il sogno di Moratti diventa realtà al Chelsea
Blanc nella bufera: i Bleus si spaccano tra bianchi e neri
Francia, Blanc accusato di ricorrere a "quote razziali"

Tutti i siti Sky