Caricamento in corso...
01 luglio 2011

Retrocessi e "contenti", quelli che non abbandonano la A

print-icon
ang

Un caso più unico che raro: Palombo, uomo di mercato, giura fedeltà alla Samp. Anche in serie B. E i tifosi del Brescia gli rendono onore

Retrocessione: un dramma per i tifosi e le società. A salvare i giocatori, invece, dall'alto può sempre arrivare una mano santa armata di contratto, pronta ad evitare fastidiose annate di passaggio lontani dal calcio che conta. Con qualche eccezione

NEWS - Tutto sullo scandalo scommesse

VAI ALLO SPECIALE CALCIOMERCATO


di Matteo Veronese

Retrocessione: un dramma per i tifosi, oggetto di sfottò da parte degli eterni rivali, e spesso anche per le società, che devono far fronte a perdite economiche di vario genere e di prestigio. A salvare i giocatori, invece, dall'alto può sempre arrivare una mano santa armata di contratto, pronta ad offrire una seconda occasione al piano di sopra ed evitare fastidiose annate di passaggio lontani dal calcio che conta. Sfruttando magari anche l'occasione dei "saldi" da retrocessione.

Tra le squadre retrocesse dalla Serie A, quella che ha perso più giocatori finora è il Bari. Tre biancorossi sono finiti altrove in seguito alla risoluzione delle rispettive comproprietà: Belmonte, 26 presenze la scorsa stagione, è stato riscattato dal Siena; Almiron è rientrato alla Juventus ma è già pronto a ripartire verso Siena, Parma o Catania; Barreto è tornato a Udine dopo una stagione travagliata a causa degli infortuni. A questi si sommano le cessioni del difensore Marco Rossi al Cesena e di capitan Gillet a Bologna.

Finora le Rondinelle hanno fatto volare via il solo Hetemaj, accasatosi al Chievo, ma è difficile pensare che giocatori come Caracciolo, Eder e Diamanti possano restare a Brescia fino a fine agosto. L'Airone ha offerte concrete dall'estero, Dinamo Kiev su tutte, Eder è inseguito da Atalanta e Cesena, mentre Diamanti è, (cog)nomen omen, il vero pezzo pregiato del mercato bianco azzurro. In carriera ha vestito le maglie di Prato, Empoli, Fucecchio, Florentia Viola, Albinoleffe, Livorno, West Ham e Brescia, ed è difficile credere che questa possa essere l'ultima.

La retrocessione in serie B che ha fatto più rumore è stata quella della Sampdoria: tifosi prima inferociti, poi rassegnati, giocatori accusati di scendere in campo senza mordente, il solo Palombo salvato dalla piazza. Inevitabile quindi che molti si allontanassero da Genova. Le comproprietà risolte a sfavore della Sampdoria si sono portate via Curci, Guberti (a Roma) e Mannini (Napoli). Biabiany è tornato a Parma mentre è diventato per intero blucerchiato Volta, giocatore però appetito da diverse squadre di A, così come Palombo (che però ha detto di voler restare), Pozzi (piace a Fiorentina e Palermo) e soprattutto Poli, giovane e interessantissimo prospetto richiesto dal Cagliari e che piace a tutte le grandi, Napoli, Milan e Inter in testa.

In Spagna e in Francia si è assistito alla caduta di due grandissime del calcio europeo: Deportivo La Coruna e Monaco. I galiziani, primi campioni del nuovo millennio nella Liga, possono mettere in mostra nella bacheca del Riazor anche 2 coppe del Re e 3 supercoppe di Spagna, oltre ad una Coppa Intertoto. Il crollo in Liga Adelante ha portato alle dimissioni di mister Lotina, e ora sarà la volta dei giocatori: il primo a lasciare la squadra è stato il difensore Lopo, accasatosi al Getafe, ma tutti gli occhi sono puntati sul talento messicano Andrés Guardado. Dal 2007 al Depor il centrocampista ha raccolto oltre 100 presenze in campionato condite da 12 gol e un'infinità di assist, ed è fresco vincitore della Coppa d'Oro, conquistata dal Messico in finale contro gli USA grazie anche ad un suo gol (4-2 il finale). Un'ulteriore vetrina, insomma, se ancora ce ne fosse bisogno.

La squadra del principato dal canto suo si porta in Ligue2 ben 7 scudetti e altri 10 titoli nazionali. Qui la diaspora è già cominciata, con gli addii di Haruna, in viaggio verso Kiev, Contadeur (Lorient) e del camerunese Nicolas Nkolou (O.Marsiglia). Mahamadou Diarra e Aubameyang, in prestito rispettivamente da Real Madrid e Milan torneranno alle basi, e il prossimo a fare le valigie dovrebbe essere Djimi Traorè, 8 titoli tra cui una Champions League con il Liverpool, pronto a tornare in Premier.

Quali giocatori acquistereste dalle squadre retrocesse? Commenta nei forum del mercato

Tutti i siti Sky