Caricamento in corso...
09 luglio 2011

Dalla Sfinge al Faraone, il Milan ruota intorno a Mister X

print-icon
mar

Marek Hamsik e Bastian Schweinsteiger rispondono all'identikit di Mister X: 183 cm di altezza, occhio ceruleo e capelli folti. Chi arriverà a Milanello?

IL PUNTO/4. Dagli enigmi di Galliani nati con l'indovinello di Mister X a quello che rimane l'ultimo colpo rossonero prima del ritiro del 12 luglio, El Shaarawy. Accolti Taiwo e Mexes e congedato Pirlo, i tifosi attendono il botto di fine estate

FOTO: Chi parte, chi arriva, chi va: le trattative del mercato estivo - Mutu, Baggio, Signori e gli altri: chi è ripartito dalla provincia

VIDEO:
El Shaarawy, sogno azzurro: "In Nazionale a Brasile 2014"

NEWS - Calciopoli, tutti gli articoli - Il punto sul mercato dell'Inter - Il punto sul mercato della Lazio - Il punto sul mercato della Juve - Il punto sul mercato del Napoli

VAI ALLO SPECIALE CALCIOMERCATO


di VALERIO SPINELLA

Con l'esame di maturità di Stephan El Shaarawy anche Adriano Galliani ha chiuso i libri. Il dottore rossonero, che aveva aperto il mercato con l'enigma della Sfinge, ha poi bruciato l'Inter nella volata per assicurarsi il Piccolo Faraone e adesso si gode il meritato riposo. I tifosi, però, possono stare tranquilli: si tratta soltanto di una pausa momentanea, anche influenzata dall'attesa decisione sull'apertura verso il secondo extracomunitario, dall'esito felice.

Le prime mosse -
Galliani, che non ama studiare all'ultimo momento, ha affrontato la campagna acquisti 2011-12 sapendo da principio quali mosse compiere, trovando in Allegri un perfetto socio d'affari e confidente. A pochi giorni dalla festa scudetto, infatti, arrivavano il riscatto di Boateng, imprescindibile per il tecnico livornese, e venivano chiarite le posizioni contrattuali dei giocatori in scadenza (con la cessione di Pirlo e la partenza di Jankulovski) con un conseguente svecchiamento della rosa. Gli acquisti di Taiwo e Mexes, prima che il mercato entrasse nel vivo, vanno a rinforzare un reparto già funzionante, per molti la chiave dello scudetto numero 18. Il nigeriano e il francese portano fiducia anche in vista di un'esperienza europea più rosea rispetto a quella, poco longeva, della stagione scorsa.

Un mercato mirato - Definita la situazione difesa (forse qualcuno si sarebbe aspettato l'acquisto di Marchetti, ma come avrebbe reagito Abbiati?) la società ha già annunciato che nella seconda metà di agosto un "top player" si aggregherà al gruppo di Allegri. Aspettando Mister X - descritto come una mezz'ala sinistra di 183 centimetri dai capelli folti - il mercato rossonero ha comunque regalato ai suoi tifosi un colpo di mezza estate: il talento classe '92 Stephan El Shaarawy arriva infatti da una stagione fenomenale con il Padova, che ha attirato Inter e Milan. Terminato il prestito in terra veneta, mancando la promozione in A soltanto nella finale playoff con il Novara, il Genoa si riprende il suo gioiello, ma soltanto per qualche giorno: mentre il ragazzo sostiene le prove scritte della maturità, Preziosi firma il patto con il Diavolo.

La pedina mancante - Archiviata senza indugi una trattativa che, se trascinata nel tempo, si sarebbe potuta rivelare insidiosa, via Turati socchiude la porta. Ma adesso, grazie al via libera all'acquisto di un secondo extracomunitario (il primo è stato Taiwo) Galliani può cullare il sogno Danilo: l'esterno del Santos può essere impiegato nel ruolo coperto da Abate o a centrocampo. Resta sempre vivo, però, il nome di Ganso, che potrebbe anche arrivare a gennaio. L'Oca, inizialmente associata all'identikit di Mister X, deve fare i conti con gli altri nomi che rispondono ai requisiti di Galliani: Marek Hamsik e Bastian Schweinsteiger su tutti. "L'occhio ceruleo" ha chiuso la pista Asamoah, che a fine maggio sembrava destinato al Milan, ed ha riacceso i sogni dei tifosi per quel che riguarda Gareth Bale.

Suggestioni - E se il grande nome fosse quello di Pastore? Il Flaco non sta godendo della vetrina della Copa America, particolare che, visti i risultati dell'Argentina, depone a suo favore. Eppure all'estero è tenuto d'occhio da Malaga e Barcellona: la Liga sembrava anche la destinazione più gradita al presidente Zamparini per il suo gioiello (gli spagnoli - specie se sceicchi - pagano bene, non per altro) ma la rivelazione sull'interesse del Napoli ha riaperto il mercato nostrano. Se dovesse scatenarsi un'asta italica non è impensabile che il Milan si faccia avanti.

Il caso Cassano - La formula "Ibrasil" che ha caratterizzato il reparto offensivo rossonero, con lo svedese supportato da Pato e Robinho, non può che essere confermata. Il tridente di Allegri, però, si presume che contempli KPB: è "Prince" che ha dato la svolta alla stagione in un ruolo più avanzato rispetto a quello che gli era stato attribuito a settembre, perciò il posto da titolare per Robinho non è garantito. La presenza di Cassano, Inzaghi, El Shaarawy e Paloschi, pur non dimenticando gli impegni di Coppa, rappresenta quindi un problema di abbondanza. Se è vero che i giovani non alzeranno la cresta (in senso figurato, visto il look del Faraone) e SuperPippo sa bene come gestirsi, FantAntonio potrebbe non gradire un ruolo da seconda scelta. Ha anche senso pensare che Cassano voglia mettersi in gioco, stimolato dalla concorrenza ma soprattutto dalla Champions che, nella passata stagione, gli è stata portata via dal preliminare perso contro il Werder Brema. Escludendo una sua imminente cessione, non si può comunque chiudere il discorso legato a un trasferimento a gennaio, soprattutto nel caso in cui la nuova annata non dovesse rivelarsi brillante da subito per il genio di Bari Vecchia. Motivo? l'Europeo 2012 chiama e bisogna mettersi in mostra.

Come giocherebbe oggi - L'assetto in campo del Milan, al momento, vede Abbiati tra i pali dietro ai centrali di difesa Thiago Silva e Nesta (Allegri può contare su Mexes e Yepes); terzini Abate a destra e Taiwo a sinistra (con buona pace di Antonini); a centrocampo favoriti Van Bommel, Ambrosini e Gattuso, senza dimenticare Seedorf; Boateng può essere impiegato come diga o ricoprire uno spazio nel tridente offensivo, ipotesi più plausibile visti gli effetti devastanti che lo hanno reso insostituibile. In attacco Ibra e Pato sono i soli a partire con la certezza del posto e Robinho si candida ad essere il primo della lista a pagare i suddetti problemi di abbondanza. Sempre che Mister X non crei ulteriori scompensi nello spogliatoio.

Quale sarà il prossimo acquisto del Milan? Dì la tua nel Forum

Tutti i siti Sky