Caricamento in corso...
15 luglio 2011

Mexes si presenta: "Il Milan è meglio del Real Madrid"

print-icon
spo

Philippe Mexes nella conferenza stampa che lo ha ufficializzato al Milan. Nella foto, uno scatto di qualche giorno fa con Paloschi, El Shaarawy e Taiwo (Foto Getty)

Il francese ex Roma avrà la maglia numero 5, fino a qualche anno fa indossata da Costacurta: "Ho ancora molto da dimostrare, questo è il posto giusto per farlo". E sul prossimo campionato: "Noi e l'Inter siamo un passo avanti rispetto alle avversarie"

FOTO: Chi parte, chi arriva, chi va: le trattative del mercato estivo - Mutu, Baggio, Signori e gli altri: chi è ripartito dalla provincia

VAI ALLO SPECIALE CALCIOMERCATO


Indosserà la maglia del Milan numero 5, come Alessandro Costacurta anni fa, ma Philippe Mexes preferisce evitare paragoni. "Sarà una grande responsabilità, io ho ancora molto da dimostrare, e questo è il posto giusto", ha detto il francese in una conferenza stampa a Milanello, confermando di aver preferito l'offerta rossonera a quella del Real Madrid, "come quando ho scelto la Roma e non il Manchester United. E' una sensazione personale, so che il Milan potrà darmi tutto quello di cui ho bisogno per crescere".

"Il Milan rappresentava un sogno fin da bambino, come Barcellona, Real e Manchester United", ha aggiunto Mexes, che nella stagione dell'Europeo pensa anche alla Francia, consapevole che "dipenderà solo da me conquistare un posto in Nazionale". Altri obiettivi sono la Champions League ("se il Milan non è una squadra in grado di vincerla non vedo chi possa esserlo") e il campionato, in cui Mexes vede i rossoneri e l'Inter un passo avanti rispetto alle avversarie.

Al momento il francese sta lavorando a parte per recuperare dal grave infortunio al ginocchio rimediato il 3 aprile. "Quando mi sono fatto male mi sentivo a pezzi, pensavo che arrivando infortunato al Milan non sarei stato nelle migliori condizioni per affrontare cambio di vita", ha raccontato il difensore arrivato a parametro zero dalla Roma.

"Mi dà fastidio non essere sul campo per allenarmi con il gruppo, ma sto lavorando come un pazzo per tornare prima possibile. Preferisco non dire quando, ma sono fiducioso, il ginocchio sta bene e quando sarò al 100% mi allenerò".

Presto il francese, 29 anni, si allenerà con Ibrahimovic (che arriverà in ritiro lunedì), avversario in tanti aspri duelli. "Intanto mi sa che gli ho rubato il posto a tavola... - ha sorriso Mexes - Zlatan è uno tosto, sono più sereno avendolo come compagno".

Sarà invece "molto, molto strano marcare Totti" per Mexes, che non nasconde una certa nostalgia per l'ambiente romanista. "Mi resteranno nel cuore i miei ex compagni, mi hanno detto che anche a loro manco, per giocare a carte..." ha detto il francese, che ha dedicato pensieri d'affetto alla famiglia Sensi e augurato il meglio alla nuova Roma. "Non dimenticherò mai Roma, la città e i tifosi perché non mi aspettavo tanto calore. Ci penso spesso, ma oggi - ha concluso - sono al 100% milanista e sono fiero".

Guarda anche:
Mexes rossonero: "Ho firmato per quattro anni"

Commenta l'arrivo di Mexes nel Forum del Milan

Tutti i siti Sky