Caricamento in corso...
12 agosto 2011

Roma, offerti 17 milioni per Osvaldo. De La Peña lascia?

print-icon
osv

Mentre in Spagna danno per aperta la trattativa con l'Espanyol, l'ex regista di Barcellona e Lazio, voluto da Luis Enrique nel suo staff, ci sta ripensando: non ha ancora il tesserino da tecnico e non può andare in panchina

FOTO: Gli uomini mercato nelle loro nuove maglie

VAI ALLO SPECIALE CALCIOMERCATO - IL TABELLONE

La Roma avrebbe già fatto la prima mossa per arrivare ad Osvaldo. Ci sarebbero stati contatti con l'Espanyol, al quale sarebbe stata presentata - secondo il quotidiano spagnolo Mundo Deportivo - un'offerta di 17 milioni di euro. Il club catalano, che ne vorrebbe almeno 20, non ha ancora risposto alla proposta, il che lascia presupporre che ci siano margini di trattativa, nonostante che al momento entrambe le parti siano ferme sulle proprie posizioni. Stasera la Roma gioca a Valencia ed è possibile che l'Espanyol invii un emissario per trattare la cessione di Osvaldo, che ieri al termine dell'allenamento ha avuto un colloquio con il ds Ramon Planes (che avrebbe già pronte alternative per l'italo-argentino, su tutti il paraguaiano dell'Hercules Nelson Haedo Valdez) e l'allenatore Mauricio Pochettino.

In attesa di capire di più sulla possibile cessione di Borriello all'Inter, sono due - secondo il quotidiano spagnolo As - gli scenari che si aprono per Osvaldo: il primo vedrebbe la Roma offrire, nelle prossime ore o giorni, una cifra intorno ai 20 milioni che potrebbe permettere all'Espanyol di rientrare di parte della clausola rescissoria prevista per il giocatore (30 milioni), e a questi di percepire la percentuale cui ha diritto (il 15% dell'importo del trasferimento); il secondo, invece, porterebbe l'attaccante a dichiarare pubblicamente la sua volontà di lasciare la Spagna. Intanto, Pochettino manderà in campo Osvaldo nella partita amichevole contro il Sabell, in quella che potrebbe essere la sua ultima gara con la maglia dei catalani.

Per un'avventura in giallorosso che potrebbe presto iniziare ce n'è un'altra che sembra già finita. E' quella di Ivan de la Peña, fortemente voluto da Luis Enrique nel suo staff, che già lunedì scorso aveva presentato le sue dimissioni: la Roma ha deciso per il momento di congelarle e gli ha concesso qualche giorno per riflettere. Così l'ex centrocampista della Lazio è tornato in Spagna per cercare di risolvere i suoi problemi. De la Peña, al momento non parla, ma alla base della sua decisione, che potrebbe non essere solo temporanea, ci sono non solo motivi personali (la sua famiglia non vuole trasferirsi a Roma) ma anche professionali: egli pensava che avrebbe avuto maggiore libertà d'azione, non solo sul mercato, su cui opera in maniera esclusiva il direttore sportivo giallorosso, Walter Sabatini; ma anche sul campo, dove invece il vero secondo di Luis Enrique è il tattico Moreno (anche perché De la Pena non ha ancora il tesserino da tecnico e non può andare in panchina). Ora è a casa e insieme alla sua famiglia sta decidendo se tornare nella capitale o rimanere in Spagna: la Roma lo aspetta.

Come si sta muovendo la Roma in ottica mercato? Dì la tua nel Forum

Tutti i siti Sky