Caricamento in corso...
15 agosto 2011

Galliani: Kakà al Milan è impossibile. Ibra? Nulla di grave

print-icon
kak

"Una pista impercorribile". Adriano Galliani risponde così a chi gli chiede se Kakà possa tornare al Milan

L'ad rossonero tranquillizza i tifosi sulla caviglia dello svedese e spiega che non ci sarà nessun "Mister K" perché il brasiliano non potrà tornare a Milano con la formula del prestito: "Fiscalmente diventerebbe cittadino italiano, costa troppo"

FOTO - Milan Supercampione, anche Dinho gioisce a Pechino?

NEWS - Tutto sullo scandalo scommesse

Da non perdere: lo Speciale Calciomercato - acquisti, cessioni e trattative: IL TABELLONE

"Kakà? Una pista impercorribile". Non vuole sentire ragioni Adriano Galliani, non esiste nessun Mister K. "Non è possibile che Ricardo Kakà torni al Milan, sarebbe bellissimo ma il Real Madrid non può cederlo in prestito perché il giocatore diventerebbe, fiscalmente, cittadino italiano".

In vacanza in Versilia, Adriano Galliani interviene in diretta a Sky Sport 24. "Oggi ho sentito Preziosi, abbiamo parlato di calcio, ci facevamo un po' di gossip e confidenze reciproche ma nessuna trattativa in cantiere con il Genoa".

FantAntonio - "Cassano? è un giocatore del Milan, io l'ho sempre sostenuto e sono stato il primo dirigente a volerlo quando si è liberato dalla Sampdoria: ha 3 anni di contratto e sta al Milan, dove forma con Ibra, Pato, Robinho, El Shaarawy e Inzaghi un reparto completissimo".

Ibrahimovic - "Ho ricevuto un lungo sms dal medico che ha visitato Ibra. Non credo sia nulla di grave. Al campionato mancano una quindicina di giorni, non so dire molto di più ma spero che ce la faccia". Queste le parole di Galliani su Zlatan Ibrahimovic, uscito dopo 60 minuti giocati nell'amichevole contro il Malmoe nella sua Svezia, per un problema alla caviglia.

Tornando a Kakà, ed estendendo il discorso a un mercato che vede sempre più addii dal campionato italiano da parte dei cosiddetti "top player" Galliani spiega: "Se il calcio italiano non cambia in termini di fatturati globali, i giocatori escono invece di entrare. Quest'anno il Barcellona fattura 440 milioni di euro. Noi purtroppo fatturiamo meno degli altri e abbiamo tasse solo nostre. Nel caso di Kakà, Galliani si dice commosso al solo pensiero di poter vederlo tornare, ma ribadisce: "I costi sono troppo elevati: non c'è modo che arrivi".

Tutti i siti Sky