Caricamento in corso...
09 dicembre 2011

Inter, niente spese folli. Un gennaio di austerity

print-icon
sne

Si avvicina finalmente al campo Wesley Sneijder, che Ranieri non ha quasi mai avuto

Solo ritocchi sul mercato, di questi tempi è insufficiente la disponibilità economica dei nerazzurri. Per spingere la squadra oltre l'incredulità che ha preso un po' tutti nell'ambiente, ci vogliono quelli che presto ci saranno di nuovo, come Sneijder

VIDEO - Tutti i gol da SkySport - I video effetto stadio

LE PAGELLE di INTER-CSKA

L'ANALISI: Ranieri peggio di Orrico

FOTO: Pazzini come Terry: quando il dischetto è stregato...

Juan, Vargas, Lucas le suggestioni. Maicon, Lucio, Sneijder la realtà. Solo ritocchi sul mercato di gennaio, insufficiente la disponibilità economica per arrivare al vero obiettivo che resta così un miraggio. Lucas rimane lontano, si avvicina e molto al campo, invece, Wesley Sneijder, che Ranieri non ha quasi mai avuto. La luce si è accesa due volte in Champions e son state 2 due vittorie. Nelle tre partite di campionato con il nuovo allenatore, invece, a parte il gol contro l'Atalanta, non si è visto il campione noto. Ben più noto rispetto a chi si può raggiungere su un mercato ristretto non solo dai costi, ma anche dalla inutilizzabilità in Champions.

Se si compra, ci vogliono giocatori pronti subito e per tutte le competizioni. Come Maicon, appunto, o Lucio. Come quelli che già ci sono e stanno per tornare, contro la Fiorentina. E se Sneijder posta su Twitter la sua voglia di rientrare, Maicon la mostra in allenamento. Pronto. Per quella fascia destra dove in tanti si sono alternati, ma nessuno offre la sua qualità, il suo dinamismo. Nuove energie. Mancano in difesa.

Samuel ha giocato 5 partite consecutive dopo l'operazione al ginocchio. Chivu ha un risentimento muscolare all'adduttore della coscia destra. Jonathan si allena ancora a parte. Ma il tempo dei giovani è archiviato. Per spingere l'Inter oltre l'incredulità che ha preso un po' tutti nell'ambiente, ci vogliono quelli che presto ci saranno di nuovo. Per smettere di cadere, servono i gol degli attaccanti depressi. Ad ogni partita, ce n'è uno da sollevare. L'alternanza ora vuole che sia Pazzini a prendersi la responsabilità, contro la sua ex squadra. Lì davanti, l'Inter cerca più un'ala, uno alla Edu Vargas. Non una prima punta. Per quel ruolo, si ritrovasse la testa si tornerebbe alla realtà e sarebbe meglio di molte suggestioni.

Un'altra sconfitta per l'Inter di Ranieri: cosa ne pensi? Discutine sul forum nerazzurro

Tutti i siti Sky