Caricamento in corso...
12 gennaio 2012

Galliani vola a Londra per Tevez. Moratti: "Sarà rossonero"

print-icon
tev

Carlitos Tevez aspetta il Milan. Oggi Galliani rilancerà l'offerta rossonera (foto getty)

L'ad del Milan avrebbe l'appoggio del presidente del Genoa Preziosi per pagare l'obbligo di riscatto richiesto dal City per l'Apache, nell'ambito di una sinergia simile all'operazione che portò Boateng in Italia. E il patron dell'Inter molla la presa

#sefossipresidente: twitta i tuoi desideri di calciomercato

DOSSIER - Errori ed orrori arbitrali in Serie A

APPROFONDIMENTI - Lo Speciale Calciomercato - Arrivi e partenze: il tabellone del calciomercato

E' partita la missione del Milan per chiudere l'affare Tevez. L'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, accompagnato dall'avvocato Lorenzo Cantamessa e dall'agente Fifa Giuseppe Riso, è volato verso le 10 alla volta di Londra. In Inghilterra la delegazione milanista incontrerà l'agente di Tevez, Kia Joorabchian, e con lui si presenterà all'appuntamento fissato con i dirigenti del Manchester City per provare a chiudere una trattativa che sembra in dirittura d'arrivo. Anche perché lo stesso presidente dell'Inter, Massimo Moratti, ha mollato la presa, arrendendosi all'evidenza. "Carlitos Tevez andrà al Milan?", gli è stato chiesto davanti agli uffici della Saras. "Penso di sì", la sua risposta. I cronisti gli hanno chiesto se sia un peccato: "E' il calcio", ha replicato.

Sinergia Milan-Preziosi - Galliani è pronto a rilanciare l'ultima offerta presentata al Manchester City (prestito con obbligo di riscatto condizionato) e superare definitivamente la concorrenza dell'Inter. Questa operazione è stata pianificata anche ieri sera durante una cena con il presidente del Genoa Enrico Preziosi, che nell'estate del 2010 ha acquistato Kevin Prince Boateng per poi girarlo al Milan in comproprietà, e anche in questo caso sembra disponibile ad assistere il club rossonero, con cui ha in comproprietà due giocatori appetibili sul mercato come Alexander Merkel e Stephan El Shaarawy.

Non è escluso però che l'accelerazione rossonera sia legata a un interesse sempre più concreto da parte del Paris Saint Germain per Alexandre Pato. Il Milan ha giudicato troppo bassa una prima offerta arrivata dalla Francia, ma il club allenato e gestito dagli ex rossoneri Carlo Ancelotti e Leonardo sarebbe pronto a mettere sul piatto 30 milioni di euro più bonus. E di fronte a cifre simili il Milan prenderà seriamente in considerazione la cessione. Non e' un caso che l'agente di Pato, Gilmar Veloz, in questi giorni e' atteso a Milano

La svolta, come detto, è arrivata ieri in serata al termine di una cena fra Galliani e il presidente del Genoa Enrico Preziosi, che nell'estate del 2010 ha acquistato Kevin Prince Boateng per poi girarlo al Milan in comproprietà. Galliani è pronto a presentare al Manchester City un'offerta che spera possa essere decisiva. Nell'affare potrebbe rientrare lo stesso Aleksander Merkel. Così Galliani conta di vincere il derby di mercato con l'Inter, che a sua volta nei giorni scorsi ha formalizzato un'offerta per Tevez. E nel frattempo l'ad milanista avrebbe messo un'ipoteca su un giocatore nerazzurro, Sulley Muntari, che è in scadenza di contratto a giugno.

Le parole di Preziosi - "Regista? No, assolutamente. Io sono stato solo un esecutore. E' meglio che di queste cose parli direttamente Gallianì": in questi termini il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha risposto oggi a Panorama.it circa la complessa operazione che dovrebbe portare Tevez dal Manchester City al Milan. Preziosi, che ieri è stato a cena a Milano con l'ad del Milan, Adriano Galliani, non ha dunque escluso che nell'operazione rientri la cessione al City del giovane Merkel (al Genoa ma in comproprietà col Milan). "Con il Milan abbiamo quattro giocatori in comune - ha detto Preziosi prima di chiudere la comunicazione -, tra cui Merkel, uno dei giovani più forti d'Europa, e El Shaarawy, il campione del futuro. Insomma, ognuno da queste cose ne ricava su qualcosa".

Un'alleanza tra Genoa e Milan esiste da tempo. Nell'estate del 2010 Preziosi aveva acquistato dal Portsmouth Kevin Prince Boateng, per poi girarlo al Milan in comproprietà, così come oggi è in comproprietà Stephan El Shaarawy. "Non sono contento del trend di questa stagione, degli spettacoli offerti in certe partite - ha commentato oggi Preziosi sul sito ufficiale del Genoa -. Possiamo, dobbiamo fare di più. Mi aspetto delle risposte". Nel frattempo oggi si è unito alla squadra l'ultimo acquisto, il centrocampista ex Cagliari Davide Biondini. Preziosi è già al lavoro per concludere altre operazioni. Tra le altre il possibile scambio Constant-Sculli con la Lazio, e l'accordo per dividere le compartecipazioni di Boakye ed Immobile con la Juventus.

Commenta l'articolo nel Forum del Calciomercato

Tutti i siti Sky