Caricamento in corso...
12 gennaio 2012

Non è ScapPato al Psg. "Resto al Milan, è casa mia"

print-icon
pat

Pato e il suo annuncio sull'homepage del sito del Milan

Dopo la notizia della partenza già decisa (affare da 35 milioni, 7 per lui a stagione) è arrivata la smentita. Storia di un asso da prima pagina, tra infortuni (troppi), gol (tanti) e una storia d'amore con la figlia del padrone. L'ALBUM PATO & BARBARA

#sefossipresidente: twitta i tuoi desideri di calciomercato

DOSSIER - Errori ed orrori arbitrali in Serie A

APPROFONDIMENTI - Lo Speciale Calciomercato - Arrivi e partenze: il tabellone del calciomercato

Pato: "Io resto al Milan, questa è casa mia". Questo il clamoroso annuncio del brasiliano dopo che in tutto il mondo era già rimbalzata la notizia del suo imminente trasferimento a Parigi. "Il Milan è casa mia. Non volevo interrompere la mia carriera in rossonero dopo aver vinto i miei primi due trofei con questa maglia". Così Alexandre Pato, sul sito rossonero, ha spiegato l'intenzione di restare al Milan. Dalla Francia nelle ultime ore era arrivata la notizia di un accordo fra il Milan e il Paris Saint Germain per la cessione del brasiliano. Con il suo comunicato però Pato ha voluto chiarire il suo desiderio di non muoversi da Milano.

"Voglio contribuire a scrivere la storia del Milan e ai successi futuri di questa società con allegria e in perfetta armonia con tutto l'ambiente. Questa gioia mi darà la carica per affrontare le partite future con maggiore entusiasmo, voglia di vincere e fare gol" continua la nota accorata di Pato. "Oggi per me è un giorno speciale. Ringrazio il presidente Berlusconi, la società e tifosi che hanno sempre creduto in me", conclude quindi il brasiliano.

Le prime parole di Leonardo da Parigi
- Su Pato "le cose stanno andando avanti" ha detto a caldo il direttore sportivo del Paris Saint Germain, il brasiliano Leonardo, commentando le notizie rivelate alla stampa da fonti interne alla squadra sul presunto accordo tra la squadra parigina e il Milan per il trasferimento di Pato. "Ci sono delle possibilità, ma non c'è accordo. Vedremo, c'è tempo. Domani però non ci sarà nulla, questo è sicuro", ha aggiunto Leonardo a Parigi.

La notizia del trasferimento - Accordo tra il Paris Saint-Germain (Psg) e il Milan per il trasferimento dell'attaccante brasiliano Pato, che dovrebbe impegnarsi sulle rive della Senna per tre anni e mezzo con un contratto di 35 milioni di euro: è quanto riferivano fonti concordanti, legate alla squadra parigina. Secondo le fonti, Pato, 22 anni, aveva dato il suo accordo al Psg per uno stipendio annuale tra i 6 e i 7 milioni di euro. Il suo agente è attualmente a Milano per negoziare la trattativa legata all'argentino del Manchester City Carlos Tevez ed è atteso domani a Parigi. Soltanto ieri il Psg aveva offerto 28 milioni di euro più 7 milioni di bonus per l'attaccante del Milan.  

Quell'esordio da "bambino" - Un brasiliano di corsa, in campo e nalla vita. Esordisce giovanissimo nell'Internacional, ma a 10 anni era già scappato da un tumore al braccio. Cose da raccontare con il sorriso, quando diventa professionista in Italia, prima di essere maggiorenne. Sbarca a Milano d'estate e corre verso la Toscana. Le prime foto con i tifosi sono a Forte dei Marmi. E' un fenomeno, dicono. Galliani se lo coccola sotto il sole di luglio; prima di esultare sotto le luci di San Siro bisognerà aspettare sei mesi. Il 13 gennaio 2007, Milan-Napoli. L'ultimo gol di Ronaldo in serie A. Il primo del Papero. Un passaggio di consegne, dicono.

I gol a raffica - L'anno dopo, tra campionato e Coppe, da prima punta segna più di tutti. 18 gol, più di Kakà e Inzaghi. È da Pallone d'oro, dicono. Il 2009 inizia alla grande, c'è Leonardo, il suo mentore in panchina. Arriva una doppietta da urlo al Bernabeu contro il Real. Poi il primo infortunio. Fa male la coscia destra, e neanche il matrimonio con l'attrice Stephanie Brito lo aiuta. Il matrimonio si chiude dopo meno di 8 mesi. Niente più cuori per le telecamere.

Quanti infortuni in carriera
- Il Papero per la prima volta rallenta. Niente Mondiali in Sudafrica. E' un ragazzo immaturo dicono. Al Milan arrivano Ibra e Allegri, ma subito anche i gol di Pato alla prima di campionato. E' cambiato dicono. E' cresciuto. Ma a novembre altro stop. Stavolta si infortuna al bicipite femorale della coscia sinistra. Un paio di mesi lontano da Milanello, il tempo di tornare in prima pagina per una love story d'altri tempi. Con la figlia del Presidente, dirigente Milan. Pato e Barbara, insieme anche a Roma la sera dello scudetto.

Fino all'ultima telenovela Psg... - E' tornato Pato, dicono. Vince la Supercoppa di Pechino, ma le sue maglie tirano di meno allo store del Milan. Ibra e Prince valgono di più. Ma a segnare subito al camp Nou, in Champions contro Messi & co, è lui. Di nuovo di corsa. Di nuovo un infortunio ancora alla coscia destra. A correre adesso sono le voci, di un Milan con Tevez e senza il papero. Di una corte francese con accento e milioni degli emirati. Fino alla clamorosa retromarcia: "Io resto al Milan, è casa mia".

Commenta l'articolo nel Forum del Calciomercato

Tutti i siti Sky