Caricamento in corso...
30 maggio 2012

Zeman conferma: "Con la Roma siamo a buon punto"

print-icon

Il boemo è sempre più vicino alla panchina giallorossa: "Ho già parlato con la società". Il suo progetto ripartirà da Totti: "Se dimostra di essere bravo in quel ruolo giocherà sempre". Sull'addio del '99: "Era giusto andare via, non è una rivincita"

"Ho parlato con la società e penso che siamo a buon punto". Zdenek Zeman 'conferma' di essere molto vicino alla panchina della Roma. E conferma che Francesco Totti resta al centro del suo progetto: "Se dimostra di essere bravo in quel ruolo giocherà sempre. Ho sempre fatto giocare gente per merito, non per il nome". Per lui la carta d'identità non incide. "Incide quello che si fa sul campo. Se uno rende gioca, se non rende non gioca, a prescindere da nome, cognome e data di nascita".

Zeman ha poi parlato del suo addio nel '99 dal club giallorosso. "Forse non come una rivincita, sono uscito dalla Roma in un periodo in cui dovevo uscire, sono uscito per un problema politico, non per il rendimento. Nel '98, quando è uscito lo scandalo, la squadra ha perso più di 20 punti per la decisione degli altri. Con 20 punti in più, penso che la squadra sarebbe stata competitiva. Continuando con me - conclude -, credo che la società non avrebbe fatto meglio l'anno dopo, quindi è giusto che abbia cambiato".

Tutti i siti Sky