Caricamento in corso...
04 giugno 2012

Del Piero, tentazione Argentina: "River Plate? Perché no"

print-icon
del

Alessandro Del Piero non ha ancora deciso il suo futuro (Getty)

L'ormai ex capitano della Juventus non ha ancora deciso dove giocherà la prossima stagione. Tra le ipotesi spunta quella sudamericana, in compagnia di David Trezeguet: "Non mi ha chiamato ma forse lo farà, il calcio latino mi affascina"

"Giocare in Argentina? Perché no, il calcio latino è anche il mio calcio". Alessandro Del Piero, in un'intervista alla "Espn", strizza l'occhio al calcio latino, "che è anche il mio calcio. Questo è un momento delicato per me, non so ancora cosa farò, dove andrò a giocare ma non ho preclusioni, non dico di no a prescindere. Valuteremo tutto quello che può capitare". Del Piero sa di avere molti estimatori in Argentina, "mi capita di viaggiare molto, tutti i tifosi del Boca vengono a salutarmi, ricordano il gol che ho segnato al River Plate nella Coppa Intercontinentale - racconta - Boca e River sono il top". E tra i Millonarios c'è un vecchio amico, David Trezeguet: "Non ci siamo sentiti, magari mi chiamerà, se lo fa vi avviso", sorride Del Piero commentando la possibilità che l'attaccante francese provi a convincerlo a trasferirsi a Buenos Aires. "E' uno dei migliori goleador che abbia mai visto - dice di Trezeguet - Ha una grandissima capacità di coordinazione, riesce a tirare al volo da qualsiasi posizione. E poi ha un tempismo incredibile in area, sa dove andrà la palla".

Inevitabile, parlando di calcio argentino, di soffermarsi sul paragone Maradona-Messi. "Diego è stato l'idolo di tutti, sapeva fare con la palla qualcosa che gli altri non sapevano fare - spiega Del Piero - Rimanevo sempre a bocca aperta, per lui e per altri giocatori ho avuto sempre una venerazione. Ma non si possono fare paragoni quando ci sono epoche diverse, situazioni diverse. Diego nella sua epoca è stato il numero uno e oggi il numero 1 è Messi. Anche Lionel fa delle cose col pallone che sono incredibili. Ha vinto tanto e può vincere ancora tantissimo, sono entrambi dei numeri uno".

Tutti i siti Sky