Caricamento in corso...
27 luglio 2012

Mourinho svende Kakà: "Sa quel che penso, non so se rimane"

print-icon

Il Milan continua a lavorare sul ritorno del brasiliano. Fiorentina con un centrocampista in più: Mati Fernandez ha firmato. Julio Cesar e Pazzini fuori dalle liste per l'Europa League dell'Inter: ceduto Castaignos al Twente, si punta Gomez del Catania

Sorteggiato il calendario per la Serie A, i club italiani possono rituffarsi nel mercato. L'Inter ha fatto le sue scelte per l'Europa League: non ci sono Pazzini e Julio Cesar, sempre più vicini all'addio. Pronta invece un'offerta per il "Papu" Gomez. Resta aperta la pista milanista che porta a Kakà. Dall'estero, intanto, Robben ha dichiarato di voler restare al Bayern Monaco e Mascherano ha rinnovato col Barça.

Milan, la situazione Kakà:
il giocatore è stato convocato per l'amichevole di Lisbona ‘Eusebio Cup’. Ha parlato Mou: "Tra me e Kakà comunque non ci sono segreti. Lui sa quello che penso: il mercato è aperto fino al 31 agosto, vedremo cosa accade". Ieri sono arrivate le prime ammissioni ufficiali di Galliani, che ha definito la trattativa difficile ma confermando il forte interesse da parte del Milan e del giocatore, che vuole tornare. Il Milan vuole Kakà in prestito gratuito ed è disposto a pagare solo metà dello stipendio, a patto che il giocatore lo adegui (troppi i 10 milioni netti che percepisce al Real). Poi c’è un problema legato alla fiscalità spagnola: se Kakà va via da Madrid non potrebbe più tornarvi perché il Real pagherebbe il doppio di tasse.
Capitolo Yanga-Mbiwa: o si fa alle cifre del Milan (6,5 mln circa) o si fa tra 12 mesi a parametro zero. I rossoneri e il giocatore, infatti, sono già d'accordo.
Infine, Preziosi propone a Galliani Daniel Tozser (arrivato a parametro zero), centrocampista ungherese classe '85, acquistato a febbraio ma arrivato in estate.

Tutto fatto invece a Firenze per
Mati Fernandez: il centrocampista cileno di 26 anni con passaporto comunitario, proveniente dallo Sporting Lisbona, ha firmato un quadriennale.

Inter: Pazzini e Julio Cesar restano fuori dalle liste per l'Europa League
e sono sempre più vicini all'addio. Per il portiere brasiliano è la conferma di qualcosa di già noto, mentre per Pazzini è in parte una sorpresa e ora potrebbe persino riprendere quota l'ipotesi di scambio con la Juventus per Quagliarella. Il futuro di Julio Cesar è tra l'Inghilterra - sponda Arsenal o Tottenham - e Roma, sponda giallorossa, in caso di cessione di Stekelenburg. Nella lista Uefa c'è invece Maicon.
Definito l'accordo con il Twente per Luc Castaignos: il giocatore torna nella Eredivisie, gli olandesi pagheranno circa 7 milioni di euro all'Inter.

Del Piero: "Il ritiro è ancora molto lontano". Non ha nessuna intenzione di appendere gli scarpini al chiodo Alessandro Del Piero. Lo ha ribadito in una intervista rilasciata alla Cnn nella quale 'Pinturicchio' sottolinea il suo obiettivo: "Voglio giocare ancora a calcio: uno, due, tre o cinque anni". Gli Usa in pole come destinazione più probabile.

Non c'è nulla di concreto sulla pista per Antonio Cassano in nerazzurro. Il barese è da sempre un pallino di Moratti, ma al momento sono solo voci quelle sull'ipotesi di un addio al Milan. Il presidente Moratti, però, sembrerebbe orientato a formulare un'offerta di 6 milioni per Gomez del Catania. Sondaggio con gli etnei anche per Bergessio.

Roma, fatta per Ivan Piris
, terzino paraguaiano del San Paolo: per lui contratto di 4 anni. Per la difesa giallorossa, inizia a circolare il nome di Davide Astori, ma il contatto con il Cagliari non ci sarebbe ancora stato.

Bologna, arriva
Yago Fernandez. Difensore classe '89 del Malmoe con un passato nel Real.

Juve, ecco Pogba. Visite mediche questa mattina per il centrocampista francese ex Manchester United. Sfumato ormai ufficialmente il rientro di Estigarribia, che è un giocatore del River Plate. Intanto sembra allontanarsi Robin Van Persie: L'allenatore dell'Arsenal, Arsene Wenger, ha affermato che finora non è arrivata alcuna offerta per l'olandese nel mirino di Juve e Manchester United.

Balzaretti promesso al Napoli
. Sull'esterno sinistro della Nazionale, torna a parlare Maurizio Zamparini, presidente del Palermo. "Non so se si convincerà a venire a Napoli, molto dipendera' da De Laurentiis che credo dovrebbe chiamare direttamente il calciatore. Se entro il 31 luglio non si fa nulla Balzaretti resterà a Palermo per tutta la stagione" Zamparini, intervenuto a Radio Crc, ha aggiunto: "Il ragazzo ha espresso alcune perplessità perché avevamo parlato sempre e solo di Parigi. L'offerta del Napoli è stata la migliore e la decisione con cui De Laurentiis è arrivato su Balzaretti è la stessa già utilizzata in precedenza, quando è venuto a prendere Cavani".

Un po' di scontento in casa Palermo viene dal capitano Fabrizio Miccoli. Che a Sky Sport24 ha parlato della propria situazione contrattuale: "Mi aspettavo un trattamento diverso, come Di Natale con i Pozzo a Udine. Il contratto non è un'ossessione, io a Palermo sto bene a prescindere e col presidente Zamparini ho un ottimo rapporto. A parole siamo d'accordo tutti, io vorrei chiudere la carriera qui, Zamparini lo vorrebbe pure: lui mi dice sempre 'ne parliamo dopo', ma dopo quando?".

Genoa, mercato in uscita? Il centrocampista tedesco Merkel, vicino a prendere nazionalità russa, è sempre seguito dallo Zenit di San Pietroburgo.

Robben resta al Bayern.
Il fuoriclasse olandese Robben ha dichiarato di voler "continuare a giocare con il francese Franck Ribery per divertirsi ancora", dopo che fra i due c'erano state delle 'incomprensioni' nello scorso aprile. I fatti si riferiscono alla semifinale d'andata di Champions League contro il Real Madrid. Un'accesa discussione tra i due fuoriclasse, dopo il primo tempo, era sfociata praticamente in rissa. "Non è stato facile poi ricucire lo strappo", ha ammesso Robben alla Bild. "Adesso però è tutto chiarito. Torneremo a giocare senza dissapori".

È destinato a proseguire anche il matrimonio fra il Barcellona e il suo jolly difensivo, Javier Mascherano. L'argentino ha accettato di prolungare il contratto fino al giugno 2016 e, secondo il sito ufficiale del Barca, siglerà il nuovo accordo nelle prossime settimane. "E' diventato un giocatore-chiave per il nostro calcio - ha commentato il compagno di squadra Lionel Messi -. Da quando Guardiola lo ha schierato al centro della difesa si sono visti i benefici". Il cartellino di Mascherano costò al Barca circa 20 milioni e ora l'argentino è blindato da una clausola rescissoria di 100 milioni.

Tutti i siti Sky