Caricamento in corso...
16 agosto 2012

L'Inter mette la freccia: per Pereira c'è l'offerta giusta

print-icon

Per il terzino uruguaiano del Porto i nerazzurri mettono sul piatto 10 milioni di euro più uno e mezzo di bonus. Sfumato Van Persie , i bianconeri puntano tutto su Fernando Llorente dell'Athletic Bilbao. Bruno Uvini conteso da Napoli, Roma e Parma

L'Inter ha messo la freccia, sinistra, ed è pronta allo sprint decisivo: è Alvaro Pereira il prescelto di Stramaccioni per quella fascia. E' questione di giorni, se non di ore. Per il terzino uruguaiano il Porto ha ricevuto dai nerazzurri un'offerta quasi irrinunciabile: 10 milioni di euro più uno e mezzo di bonus. Al momento la più importante. Anche perché le altre pretendenti sono decisamente indietro: il Napoli non supera i nove milioni e l'obiettivo resta un esterno destro, non un mancino. Il Chelsea è ancora più defilato. Il Porto è ad un bivio, nelle ultime ore il presidente Da Costa ha convocato una riunione in cui verrà presa una decisione. Il diretto interessato dice di pensare solo al Porto, ma l'intesa di massima con la società milanese esiste già: per lui è pronto un quadriennale a cifre superiori rispetto a quelle percepite al Porto.

Resta intanto in piedi l'idea Lennon e prende quota l'ipotesi di uno scambio con il Tottenham: Julio Cesar in Inghilterra, l'inglese in Italia. Previsto un contatto con gli Spurs. Il giocatore inglese è l'opzione fornita dal tecnico Stramaccioni come esterno offensivo.

Juventus, ora la missione è Llorente
- Dopo Ferragosto attesa stretta per Llorente: previsti contatti con l'Athletic Bilbao. Dzeko è una pista che potrebbe aprirsi (soprattutto perché il City e le inglesi al momento sono le uniche squadre in Europa a non dover monetizzare a tutti i costi), ma solo in caso di arrivo di un altro attaccante al City di Mancini. Sull'asse Torino-Milano, sponda nerazzurra, resta poi aperta la pista dello scambio Quagliarella-Pazzini. Cosa che potrebbe concretizzarsi nelle fasi conclusive del mercato.

Un vero e proprio intrigo sta nascendo intorno a Bruno Uvini. Classe '91, difensore del San Paolo e capitano del Brasile Under 20 e soprattutto dotato di passaporto italiano, il sudamericano è rincorso da Napoli, Roma e Parma. I campani lo vorrebbero a titolo definitivo (l'offerta è intorno ai 3 milioni) e questo li mette in vantaggio rispetto alle altre squadre. Ma la Roma pare avere un accordo con il San Paolo, per il prestito gratuito con diritto di riscatto a 2,5 milioni. E sul giocatore c'è anche il Parma, che punta a convincere Uvini con una migliore offerta economica.

Milan, spiraglio per Kakà -  Secondo il quotidiano Marca, Kakà si vede fuori dal Real Madrid. L'arrivo di Modric lo spinge un po' più lontano dalla Spagna. Il brasiliano spera che anche Florentino Perez agevoli il suo passaggio al Milan. Marca fornisce anche le cifre: i rossoneri sarebbero disposto ad offrire oltre 13 milioni l'anno al giocatore.

Verso il Trofeo Berlusconi
- Domenica confermata presenza del presidente Silvio Berlusconi per il tradizionale appuntamento a San Siro contro la Juventus: previsto un vertice con l'ad Galliani per il mercato.

Roma, frenata Marquinhos - Sembrava tutto fatto e invece il padre del giocatore, in un'intervista a Lancenet, ha fatto sapere che preferirebbe far crescere il ragazzo in Brasile. Il Corinthians offre il rinnovo del contratto.

Lazio, Garrido al Norwich - Il difensore spagnolo Javier Garrido è stato ceduto dalla Lazio in prestito con diritto di riscatto agli inglesi del Norwich City. A comunicarlo è lo stesso club biancoceleste con una nota pubblicata sul proprio sito internet.

Una torre di Babel per la Fiorentina - Secondo l'Equipe, il giocatore avrebbe già firmato con i viola: triennale e 3 milioni all'Hoffenheim. Il club toscano nega anche se le parti restano vicine. Sempre da tener presente l'alternativa Gomez.

Tutti i siti Sky