Caricamento in corso...
24 agosto 2012

Inter, è fatta anche per Pereira. Il Milan torna su Kakà

print-icon

Il Porto annuncia la cessione del terzino, a questo punto manca solo la firma del giocatore sul contratto. Julio Cesar verso il Qpr. Niente da fare per Zé Eduardo al Milan, che riprende le trattative per Kakà. Cerci al Torino

Inter, per Pereira raggiunto l'accordo con il Porto. Operazione chiusa per 10 milioni di euro più 5 di bonus (1 milione dopo 25 presenze totali in stagione, 1 milione se l'Inter si qualificherà alla prossima Champions League, 1,5 milioni in caso di vittoria dello scudetto, 1,5 in caso di vittoria dell'Europa League). Il club portoghese ha ufficializza il trasferimento con un comunicato alle autorità borsistiche. I nerazzurri stanno per chiudere anche per Paulinho: il centrocampista brasiliano del Corinthians arriverà però a gennaio.

Maicon: City in testa. Nelle ultime ore il club di Manchester ha intensificato i contatti, superando la concorrenza del Real Madrid. Maicon già nelle prossime ore potrebbe essere il rinforzo che Mancini chiedeva da tempo alla società.

Julio Cesar a un passo dal Qpr. Il brasiliano si trova già a Londra per discutere con il club inglese, che ha superato la concorrenza del Tottenham.

Napoli, per Cavani se ne riparla settimana prossima. Fumata grigia dopo l'incontro tra il giocatore, il suo agente Triulzi e il Presidente De Laurentiis. C'è stato un avvicinamento tra le due parti, ma sull'adeguamento del contratto non è arrivata alcuna conclusione definitiva. Appuntamento alla prossima settimana.

Milan-Kakà, Bronzetti cerca di convincere il Real Madrid.
A Madrid incontro a pranzo Bronzetti-Perez: l'agente Fifa è stato autorizzato dai rossoneri a trattare con il Real, con l'obiettivo di riportare il brasiliano a Milano attraverso la formula del prestito. Nell'affare potrebbe rientrare anche il centrocampista Lassana Diarra. Intanto, Mourinho non convoca Kakà per la Supercoppa.

A Milanello non arriverà invece Zé Eduardo. La trattativa imbastita mercoledì tra Milan e Genoa non si concretizzerà. Zé Eduardo, attaccante brasiliano del Genoa, doveva in un primo momento passare in prova al Milan fino al termine del mercato, giorno in cui i rossoneri avrebbero deciso se tenerlo, in prestito, o rimandarlo a Genova. Ma l'affare è saltato. Zé Eduardo, che soggiornava nel famoso albergo milanese in cui Maxi Lopez attese a lungo il trasferimento al Milan nella scorsa sessione di mercato, avrebbe rifiutato il periodo di prova, che Allegri aveva preteso per valutarlo. Lui non fa drammi e su Twitter scrive: "Sono molto felice per l'interesse del Milan ma non è stato raggiunto un accordo con il Genoa con cui ho un contratto di quattro anni e sono felice". Poi qualche dichiarazione un po' più risentita: "Ho vinto la Coppa Libertadores e due campionati paulisti con il Santos, provini non ne faccio".

Cerci al Torino. Il Torino ha ufficializzato l'ingaggio di Alessio Cerci. L'esterno offensivo arriva dalla  Fiorentina in comproprietà. Il 25enne è reduce da due stagioni in maglia viola con 46 presenze e 12 gol.

Genoa su El Kaddouri. Sempre attiva la società di Preziosi, che sta stringendo per l'attaccante del Brescia, con il benestare del Milan. I rossblù dovrebbero acquistare l'attaccante in comproprietà con i rossoneri: costo dell'operazione tre milioni di euro. Intanto dalla Roma i Genoa ha acquistato Ahmed Barusso, subito girato in prestito al Novara.

Superofferta rifiutata dall'Atletico Madrid. Sessantotto milioni di euro. E' questa la mega-offerta che l'Atletico Madrid ha rifiutato per il suo bomber colombiano Radamel Falcao. Lo scrive, sia nell'edizione in edicola che su quella online, il giornale spagnolo "Mundo Deportivo" precisando che la proposta era arrivata dall'Anzhi Makhachkala del magnate russo Suleyman Kerimov. L'Atletico l'ha respinta, anche nessuno ammette ufficialmente che sia arrivata, perché non vuole separarsi dal suo bomber, e poi perché lo stesso Falcao non é convinto di andare a giocare in Russia. Mundo Deportivo ricorda comunque che Kerimov ha ancora una possibilità di prendere Falcao. Basterà che alzi la cifra di 7 milioni che aveva offerto, portandola a 75, e arriverà alla somma della clausola rescissoria prevista dal contratto del colombiano. A quel punto Falcao potrebbe davvero andare in Russia, per giocare a fianco di Samuel Eto'o.

Tutti i siti Sky