Caricamento in corso...
25 dicembre 2012

Galliani: "Robinho al Flamengo? Se ne riparla il 2 gennaio"

print-icon
rob

Robinho, che ha passato il Natale in famiglia a Santos, con l'anno nuovo sembra destinato a passare al Flamengo (Foto Getty)

L'ad rossonero, in Brasile per trattare la cessione di Pato e Binho, conferma che l'interesse per quest'ultimo da parte del club di Rio de Janeiro è forte. Ma l'offerta non arriva ancora a soddisfare la richiesta economica del Milan

Nessun incontro natalizio tra Adriano Galliani e Robinho per discutere dell'addio al Milan del calciatore, e di un suo possibile passaggio al Flamengo. L'incontro che sarebbe dovuto avvenire nell'appartamento che l'a.d. del Milan possiede nel quartiere carioca di Leblon non c'è stato, in quanto Robinho è rimasto a Santos, per passare il Natale in famiglia.
"Non ci sarà nulla di concreto con il Flamengo almeno fino al 2 gennaio - ha detto Galliani intercettato dai cronisti sul portone del condominio in cui abita - ovvero il giorno in cui si insedierà la nuova dirigenza di questo club. E fino a quella data possono farsi avanti anche altri club. Robinho non si trova a Rio. Lui vuole tornare in Brasile, ma se il Flamengo abbia o meno il denaro che vuole il Milan io ancora non lo so. Dovreste chiederlo voi giornalisti ai dirigenti di questa squadra".

Dal momento in cui è cominciata la trattativa con il Milan, la dirigenza del Flamengo ha preferito adottare la strategia del silenzio, ma si sa che il vice-presidente della sezione calcio (il 'Fla' è una polisportiva) Wallim Vasconcellos, il responsabile del marketing Luiz Eduardo Baptista e quello delle relazioni esterne Flavio Godinho hanno avuto un incontro con Galliani, da cui sono usciti manifestando ottimismo sulla conclusione della trattativa.

Il Flamengo pensa di poter trovare i dieci milioni di euro chiesti dal Milan per Robinho: 7,5 sarebbero presi dalla cifra (circa 130 milioni) che il nuovo sponsor tecnico Adidas pagherà per l'accordo decennale (da maggio 2013) che ha firmato con il team carioca, mentre i restanti 2,5 dovrebbero uscire direttamente dalle casse societarie. Ma potrebbe arrivare anche un contributo da Sky Brasil, di cui Luiz Eduardo Baptista è uno dei principali azionisti. In ogni caso su Robinho anche il Santos non vuole mollare, anche se la decisione dei giorni scorsi di promuovere definitivamente in prima squadra i due talenti minorenni Victor Andrade e Gabigol, entrambi attaccanti, potrebbe far intendere che l'ex squadra di Pelé potrebbe anche decidere di puntare per l'ennesima volta sui suoi giovani gioielli.

Tutti i siti Sky