Caricamento in corso...
08 aprile 2013

Anatomia di una voce. Bonan dal calciomercato alle librerie

print-icon
ale

Alessandro Bonan ha presentato il suo libro lo scorso 5 aprile, presso la Fonderia napoleonica Eugenia di Milano

Il padrino del calciomercato di Sky Sport ha presentato il suo primo romanzo, un thriller psicologico in cui il protagonista insegue delle voci. "Per una volta niente a che vedere con le voci di mercato, per quelle c'è Di Marzio..."

di Valerio Spinella

Da lunedì 3 giugno riprende “Speciale Calciomercato”, appuntamento cult per gli appassionati di Sky Sport, condotto da Alessandro Bonan.
Giornalista, cantante ed ora anche scrittore, il Daniel Craig di Pistoia ha presentato il suo ultimo romanzo, Anatomia di una voce (176 pp, Cairo editore).
In questo giallo psicologico, il protagonista insegue voci sconosciute per dare un senso ad una crisi che lo ha portato ad abbandonare la campagna per la città. Partendo da questo spunto, abbiamo intervistato Bonan cercando di rubargli qualche scoop di calciomercato.

Abbiamo visto Sneijder e Drogba che si rifugiano in Turchia, Pato in Brasile, Lippi in Cina, Eto'o all'Anzhi... Chi pensi che sarà il prossimo a migrare per ritrovare se stesso?
Il prossimo a emigrare sarà Balotelli: da Brescia a Vimercate, zona Torri Bianche, grandi centri commerciali, cinema e pop corn. Rappando tra una scala mobile e l'altra.

Anatomia di una voce
è un titolo che si presta anche alla realtà dei grandi telecronisti di Sky: tra Caressa, Compagnoni e Marianella quale timbro tradisce la fisionomia del giornalista?
Se facessimo la "dissezione" delle singole voci di Caressa, Compagnoni e Marianella troveremmo corde vocali in gesso, ugole a forma di pallone e lingue felpate in misto erba e sintetico. Insomma dei mostri modificati geneticamente da Rupert Murdoch in versione scienziato pazzo.

Un allenatore a cui consiglieresti la lettura del tuo libro?

A tutti quegli allenatori che lottano (inutilmente) per salvarsi. Perché nel mio romanzo non c'è salvezza.

Ne intervisti tanti nei post-partita di campionato e Champions League: associa un calciatore a tuo piacimento a un libro.
Pirlo potrebbe essere il medico investigatore Duca Lamberti di Scerbanenco. Somministra la "dolce morte" all'avversario e viene radiato dall'ordine dei centrocampisti "normali". Si trasforma in mezzala extra-ordinaria e da quel momento racconta sempre una trama sorprendente.

Ricordiamo che sei anche cantautore e allora dicci: se Galliani fosse una canzone, quale sarebbe?
Sarebbe "Fin che la barca va" di Orietta Berti.

Anatomia di una voce
si può definire un giallo psicologico: immagina un finale thriller per il finale di stagione in corso.
Lo scudetto lo vincerà il Siena. Mentre in Champions andranno il Sassuolo e il Cortona Camucia. Poi però si scoprirà che è stato tutto organizzato dalla mafia dei biscotti al Kamut e in tribunale si rifarà la classifica. Prima la Juve, secondo il Napoli, terzo il Milan e in serie B con il Pescara...



Tutti i siti Sky