Caricamento in corso...
03 maggio 2013

Mou torna a casa a luglio, manca solo l'annuncio del Chelsea

print-icon
mou

José Mourinho è pronto a tornare al Chelsea

La data del ritorno ufficale a Londra dello Special On e è già stata fissata: il primo luglio, la stampa britannica ne è certa. Primo obiettivo di mercato Falcao, che arriverebbe al Chelsea per 63 milioni

Manca solo l'annuncio ufficiale del Chelsea, ma è già fissata la data del ritorno di José Mourinho a Londra: dal primo luglio il portoghese sarà nuovamente manager dei Blues. L'indiscrezione, raccolta oggi dalla stampa britannica, certifica dunque il raggiunto accordo tra il club londinese e il tecnico del Real Madrid sulla base di un contratto da circa 10 milioni di euro all'anno. Resta da stabilire se il Chelsea dovrà pagare la clausola rescissoria di 14 milioni che lega Mourinho al Real Madrid. Ma secondo fonti provenienti dalla Spagna, Florentino Perez sarebbe disposto a rinunciarvi pur di liberarsi di Mourinho al termine dell'attuale stagione.

Se per la conferma ufficiale il Chelsea preferisce dunque aspettare la fine della Premier League, così da non pregiudicare la qualificazione in Champions, restano ormai pochi dubbi sul futuro dello Special One. A maggior ragione dopo le parole pronunciate martedì sera al termine della semifinale di Champions League contro il Borussia Dortumund.
La trattativa per il ritorno allo Stamford Bridge di Mourinho è ormai conclusa, un'intesa suggellata da un pranzo tra il portoghese e Roman Abramovich in un noto ristorante di Londra (La Famiglia). Dopo le tensioni seguite all'esonero nel settembre 2007, da tempo tra i due i rapporti sono tornati più che cordiali. Così come non si è mai interrotto il legame tra Mourinho (il manager di maggior successo nella storia del club) e i tifosi del Chelsea.

Come confermato da Wesley Sneijder, un fedelissimo dell'allenatore portoghese ai tempi dell'Inter: "Nel cuore di José c'è sua moglie, i suoi bambini e il Chelsea. Non ha mai nascosto il suo amore per il calcio inglese, ma non penso che in Premier League possa allenare un altro club che non sia il Chelsea. Potrà sembrare strano ma quando parla di quella squadra è come un bambino in attesa dei regali di Natale".

Secondo indiscrezioni il portoghese ha già presentato ai futuri dirigenti una lista di giocatori di suo gradimento per rifondare la squadra: dietro a Radamel Falcao, il primo obiettivo della prossima estate per il quale il Chelsea ha presentato un'offerta di 63 milioni, ci sono Robert Lewandowski, Andre Schurrle e Marouane Fellaini.

Mou non conferma né smentisce -
"Non ho preso alcuna decisione. I primi a saperlo saranno mia moglie e i miei figli. E comunque non vale la pena parlare del fatto se vado via o no. Se me ne vado, non darò spiegazioni. Ho sempre lasciato bene i club nei quali sono stato". José Mourinho tiene ancora le carte coperte. Dopo l'eliminazione dalla Champions League le voci che lo vogliono lontano dalla panchina del Real Madrid si fanno sempre più insistenti, con il Chelsea pronto a riaccoglierlo. "Sto lavorando con la massima professionalità, con lo stesso onore di sempre di lavorare per questo club", dice ancora il tecnico portoghese in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Real Sociedad.

Tutti i siti Sky