Caricamento in corso...
04 maggio 2013

Allegri: "Via dal Milan? Ne parlerò a giugno con Berlusconi"

print-icon

Secondo il Corriere della Sera l'allenatore rossonero avrebbe firmato un triennale con i giallorossi dopo aver rifiutato l'Inter. Pronta la replica del tecnico e della società di via Turati. Anche dalla Capitale negano i contatti

Nelle ultime ore il futuro di Massimiliano Allegri è diventato sempre più un rebus. Dopo le dichiarazioni di Barbara Berlusconi, che avevano confermato il tecnico rossonero per la prossima stagione, se avesse raggiunto il terzo posto, ad agitare le acque un articolo del Corriere della Sera che vorrebbe l'allenatore livornese alla Roma per le prossime tre stagioni. Negato da tutti, a partire dal Milan o dallo stesso tecnico.

La smentita del Milan - Un comunicato secco sul suo sito ufficiale. Il Milan allontana così la possibilità di un addio a Massimiliano Allegri a fine stagione. "L'Ac Milan smentisce categoricamente quanto pubblicato oggi sulle pagine del Corriere della Sera relativamente al suo allenatore Massimiliano Allegri", queste le parole della società di Via Turati.

Inter e Roma negano - Una nuova squadra, quella giallorossa, che secondo il quotidiano milanese il mister livornese avrebbe accettato, dopo aver rifiutato l'Inter. Pronta la smentita dei nerazzurri. La società di Massimo Moratti, attraverso il suo sito ufficiale " smentisce categoricamente che vi siano stati contatti o richieste di contatto con l'allenatore dell'A.C. Milan Massimiliano Allegri". Sulla stessa linea la società giallorossa. "L'As Roma smentisce categoricamente quanto uscito in data odierna a firma Alberto Costa sulle pagine del "Corriere della Sera" relativamente a presunti accordi con il signor Massimiliano Allegri".

Allegri: "Illazioni che non ci distraggono" - . Massimiliano Allegri, allenatore del Milan, definisce cosi' le voci relative al divorzio dalla società rossonera e al successivo approdo sulla panchina della Roma. "Credo che questo pre-partita sia movimentato come i precedenti, con cose più gravi, con illazioni. Non c'è bisogno che io mi aggiunga alle smentite di Milan, Roma e Inter", dice Allegri ai microfoni di Milan Channel alla vigilia della gara con il Torino. "Uno scambio di vedute con il presidente o con l'amministratore delegato non crea malumore. Ho un ottimo rapporto da 3 anni con il presidente e con l'ad. La società mi ha dato sempre grande fiducia, queste illazioni non ci distraggono", aggiunge Allegri che, secondo il Corriere della Sera, sarebbe stato contattato anche dall'Inter.

E in conferenza stampa... - Sul suo futuro Allegri è tornato anche nella conferenza stampa prepartita. "Del mio futuro parlerò a campionato finito con il presidente Berlusconi e Galliani": lo ha chiarito l'allenatore del Milan, commentando le notizie di un suo accordo con la Roma e di offerte dell'Inter declinate: "Questo argomento va chiuso da ora fino a fine stagione, e fortunatamente e' stato chiuso - ha continuato alzando il tono di voce - nel rispetto mio, della Roma e dell'Inter, che hanno allenatori importanti.

Allegri sul campionato: "Se arrivassimo quarti stagione amara ma non fallimentare" - "Sono d'accordo con Barbara Berlusconi, il terzo posto chiuderebbe una stagione entusiasmante, paragonabile allo scudetto, se arrivassimo quarti sarebbe una stagione amara ma non fallimentare": cosi' Massimiliano Allegri ha difeso il lavoro del suo Milan, convinto che da questa giornata di campionato "passeranno molte probabilità di arrivare terzi o quarti". Guardando al futuro, Allegri ha osservato che "la squadra andrà migliorata ma non devo dirlo io, la società ne sa più di me. Fabregas? Quando si parla di grandi giocatori fa sempre piacere - ha risposto l'allenatore rossonero -, ma siamo partiti quest'anno dicendo che bisognava vincere tutto. Questa è una squadra che deve crescere piano piano, a meno che il presidente non compri cinque dei piu' forti giocatori al mondo".

Tutti i siti Sky