Caricamento in corso...
08 maggio 2013

Ufficiale: Ferguson lascia lo United. "E' il momento giusto"

print-icon
fer

Con un comunicato ufficiale sul sito del club i Red Devils hanno confermato le indiscrezioni della nottata: Sir Alex si ritira. Domenica saluterà l'Old Trafford, poi sarà Direttore e ambasciatore del club. Per la successione candidati Moyes e Mourinho

(L.C.) - Finisce il regno di Sir Alex Ferguson, a fine stagione il manager scozzese lascerà il Manchester United. Dopo le indiscrezioni apparse questa mattina sui quotidiani britannici è arrivata anche la conferma del club di Manchester. Il 19 maggio, quando festeggerà le 1500 panchine con i Red Devils, Sir Alex Ferguson dirà addio al club con il quale ha dominato per un ventennio.

Il momento giusto - "È il momento giusto per una decisione molto difficile", così Sir Alex Ferguson ha spiegato la scelta di lasciare la guida del Manchester United. "Per me era importante lasciare la struttura nelle migliori e più forti condizioni possibili - si legge nella nota scritta da Ferguson e apparsa sul sito dello United -. La qualità della rosa che ha appena vinto il campionato e la sua età media garantiscono altri successi negli anni a venire. Abbiamo un centro di allenamento molto efficiente, tra i migliori al mondo. Sono felice e onorato di assumere il ruolo di direttore e ambasciatore del club nel mondo, non vedo l'ora di cominciare. Devo ringraziare la mia famiglia, per l'amore e sostegno. Mia moglie Cathy è stata una figura essenziale durante tutta la mia carriera".



La notizia già sui quotidiani - E' di quelle forti ed è un altro passo verso il crollo di alcuni punti fermi, che in questo 2013 sono venuti meno. Nella tarda serata di ieri dall'Inghilterra era cominciata a rimbalzare, forte, la notizia che Sir Alex Ferguson stia prendendo la decisione di ritirarsi e di lasciare così il Manchester United dopo 27 anni di onoratissimo servizio. Lo scrive il Telegraph, analizzando i perché della possibile decisione, che potrebbe essere annunciata domenica all'Old Trafford, al termine della partita con lo Swansea.



Motivi di salute? - Le voci erano circolate in tarda serata, praticamente nella notte, per rispettare la chiusura della borsa di New York, dove il Manchester è quotato. I motivi che hanno spinto Ferguson all'addio sarebbero principalmente legati alla salute: lo scozzese, 71 anni, verso la fine dell'estate si sottoporrà ad un intervento all'anca che non gli permetterebbe di svolgere al meglio il proprio lavoro. Dal 2004 il tecnico vive con un pacemaker, mentre un altro possibile tassello è l'avvicendamento nella dirigenza dei Red Devils di David Gill, uomo molto vicino al manager, con Ed Woodward. Già durante la stagione 2001/2002 Sir Alex aveva ventilato l'ipotesi di un addio, gettando nello sconforto lo United.

I successori: Moyes in pole, ma anche Mou
- I bookmakers inglesi hanno fatto precipitare le quote di David Moyes, perché nella giornata di ieri erano state piazzate molte giocate sul fatto che l'attuale tecnico dell'Everton arrivasse all'Old Trafford. Inizialmente si pensava come assistente. Cinquant'anni, scozzese, guida l'Everton dal 2002. È uno dei tecnici della Premier League più apprezzati e lo stesso Ferguson potrebbe sponsorizzarlo. Ma dall'Inghilterra è rimbalzato anche il nome, oltre a quello di Klopp, di Mourinho. Lo Special One è destinato al Chelsea, ma sembrerebbe che i Blues abbiano incontrato un paio di complicazioni nella strada per riportare il portoghese a Stamford Bridge: innanzitutto la clausola per liberarlo dal Real Madrid, e poi alcune richieste per lo staff. A Manchester Mourinho verrebbe affiancato da Ryan Giggs.

Rooney e gli altri: c'è fermento - Il Mirror ha diffuso un'esclusiva in cui rivela che Wayne Rooney vorrebbe lasciare lo United per giocare nel Bayern di Guardiola. Un'operazione da 30 milioni e non così remota: farebbe il paio con l'addio di Sir Alex e darebbe finalmente valore alle tante volte in cui l'attaccante ha ammesso di voler lasciare Manchester. Ma non è tutto: altre due indiscrezioni hanno infiammato il mercato. Il Sun dà per certo il passaggio di Jovetic dalla Fiorentina all'Arsenal per 30 milioni. Mentre su Instagram il centrocampista belga dell'Everton Fellaini ha postato una foto in cui, in un videogioco, è ritratto con la maglia del Chelsea. Da verificare se l'account sia ufficiale. Nel caso, sembra più che un indizio.

Tutti i siti Sky