Caricamento in corso...
03 settembre 2013

Ma quale fair-play? Inglesi, francesi e tedesche pigliatutto

print-icon
jov

Jovetic, Falcao, Thiago: tre colpi per tre club (Manchester City, Monaco e Bayern Monaco) con budget incomparabili a quelli dei club di casa nostra...

IL CONFRONTO . Grazie a emiri dal portafoglio generoso e alla crisi del sud Europa, quest'estate le società di Premier - "in rosso" per 487 milioni totali - e quelle di Ligue 1 e Bundesliga si sono potute permettere spese folli. Proibite ai nostri club

di Stefano Rizzato

Troppo facile lamentarsi che le squadre italiane sono poco competitive in Europa, che la Serie A ha perso attrattiva, che il nostro ha smesso di essere "il campionato più bello del mondo" eccetera eccetera. La verità è che è tutta questione di euro. O sterline. Le squadre inglesi, francesi e tedesche possono spenderne, spesso infischiandosene del fair-play finanziario. I club di casa nostra e quelli spagnoli - Real Madrid e Barcellona sono eccezioni - devono invece badare al centesimo. E spesso si trovano più a cedere che ad acquistare.

Ecco il confronto tra i principali campionati europei:
CAMPIONATO ACQUISTI CESSIONI SALDO
Premier League (Inghilterra) -762 mln 275 mln -487 milioni
Ligue 1 (Francia) -379 mln 229 mln -150 milioni
Bundesliga (Germania) -263 mln 204 mln -59 milioni
Liga (Spagna) -390 mln 493 mln +103 milioni
Serie A (Italia) -410 mln 413 mln +3 milioni

I dati, tratti dal sito specializzato Transfermarkt, dicono tutto. Nel suo complesso la Serie A ha chiuso in attivo per tre milioni circa: i nostri club hanno cioè incassato più soldi dalle cessioni di quelli che hanno reinvestito. Fanno invece impressione le cifre delle squadre della Premier. In totale, le inglesi hanno chiuso il mercato con addirittura 487 milioni di passivo.

Ben 18 club dei 20 della massima serie inglese hanno speso più di quanto incassato. Uniche eccezioni l'Everton (circa 10 milioni di attivo) e Tottenham, che, nonostante i 100 milioni arrivati via Real per Bale, ha chiuso l'estate con soli 5 milioni in più rispetto a maggio. Il caso più eclatante è quello del Manchester City, con 116 milioni investiti e solo 12 ricavati dalle cessioni.

Tra Italia e Inghilterra "ballano" insomma quasi 500 milioni di differenza. Un abisso e un divario che rischia di vedersi anche in Europa, dove negli ultimi tre anni le italiane sono arrivate al massimo ai quarti di finale. Ecco allora il saldo estivo dei 10 club più spendaccioni che partecipano alla Champions. Il 24 maggio 2014 scopriremo se anche la Coppa sarà stata questione di euro e sterline.

# CLUB SALDO # CLUB SALDO
1 Manchester City -104 milioni 6 Olimpique Marsiglia -41 milioni
2 Paris Saint-Germain -82 milioni 7 Manchester United -34 milioni
3 Chelsea -68 milioni 8 Benfica -21 milioni
4 Real Madrid -58 milioni 9 Bayern Monaco -21 milioni
5 Barcellona -42 milioni 10 Schalke 04 -19 milioni

Tutti i siti Sky