Caricamento in corso...
05 dicembre 2013

Galliani: "Honda? Un arrivo certo e uno probabile"

print-icon
gal

Galliani non prevede il mercato del Milan (Getty)

L'ad del Milan non si sbilancia a un mese dalla sessione invernale di calciomercato: "Potrebbero esserci delle sorprese anche con qualche scambio imprevedibile. Lodi? Non credo, ma vediamo". Sul campionato: "Spero nella rimonta"

"Il mercato dopo tanti anni lo posso definire come qualcosa di dinamico, non puoi prevederlo prima e in pochi minuti succede quello che nei mesi precedenti non potevi prevedere. Ci sarà un ingresso certo e uno probabile. Non parliamo di Honda per rispetto al Cska che deve ancora giocare in Champions League, poi potrebbero esserci scambi e sorprese che io stesso adesso non posso prevedere". Sono le parole dell'ad del Milan, Adriano Galliani, alla presentazione dello sponsor rossonero Huawei. "Per Niang sentiremo lui e il suo procuratore è del 1994, è giovanissimo potrebbe giocare anche nella Primavera. Lodi è un centrocampista centrale davanti alla difesa abbiamo De Jong e Montolivo credo di no  ma vediamo", prosegue il dirigente che poi parla anche del ritorno di Kakà.

"L'arrivo di Kakà ha aumentato l'autostima dei suoi compagni, lui è da esempio non solo in campo, ma anche in allenamento e nella vita, spero che possa rimanere per parecchi anni al Milan, è la  squadra che preferisce. Stiamo recuperando quasi tutti i giocatori, c'è una correlazione assoluta tra infortuni e risultati e non è un  caso che il Barça senza Messi abbia perso sia ad Amsterdam che in Liga - aggiunge Galliani -. Un Milan con meno infortuni avrebbe avuto più punti in classifica. Spero che si possa cominciare una rimonta come quella dello scorso anno, magari, con lo stesso risultato finale...".

Il dirigente rossonero a Milanello ha parlato  anche di altri giocatori: "Poli è un buonissimo giocatore, l'ho sempre seguito in primissima persona è stato vicinissimo a noi prima della Samp, lo seguivamo anche da ragazzo quando era nel Treviso, è molto duttile, può giocare mezz'ala destra e sinistra, terzino, è eclettico penso che i giocatori debbano essere cosi'".

Poi sulla visita del Presidente Silvio Berlusconi, aggiunge: "E' fondamentale. Sono suoi i meriti perché il Milan ha vinto 28 trofei. Io ci parlo tutti i giorni penso che farà visita alla squadra prima della partita contro l'Ajax di mercoledì prossimo, mi auguro che in  questo periodo riesca a ritagliarsi un po' di tempo anche per la sua squadra. Ottavi Primavera contro il Real? Se Pippo vuole così va bene così, ma non vedo perché dobbiamo sempre incontrare il Real,  speriamo che anche con la Prima squadra si vada agli ottavi di finale. In ogni caso complimenti alla Uefa che si è inventato questa manifestazione molto bella, la Youth League".

Tutti i siti Sky