Caricamento in corso...
04 gennaio 2014

Milan, Honda è arrivato: "Voglio fare qualcosa di speciale"

print-icon

Il fantasista giapponese è sbarcato a Malpensa accolto da un folto numero di tifosi. "Questo è un sogno che diventa realtà - ha ricordato - per me il Milan è sempre stato una leggenda". Visite mediche, mercoledì la presentazione

Keisuke Honda è atterrato all'aeroporto di Malpensa proveniente dal Giappone. Il neo milanista, uscito dal terminal con la divisa rossonera, era atteso da Umberto Gandini e dallo staff della comunicazione della società rossonera. Il campione giapponese ha subito parlato a Milan Channel: "Sono felice di essere qui, sono molto eccitato. Sono pronto per giocare, ho dormito bene in aereo. Sono molto contento di incontrare i miei nuovi compagni, non vedo l'ora. Penso che posso dare molto, qualcosa di più alla squadra, aspettavo da tempo questo momento".

"Questo è un sogno che diventa realtà - ha ricordato - per me il Milan è sempre stato una leggenda, lo seguivo fin da piccolo. Nakata? No, non ho parlato con lui. L'ho fatto con Nagatomo, che è un mio amico. Mi ha raccontato solo cose positive di Milano e del calcio italiano. Il calcio è la mia vita, io spero di giocare bene, posso giocare in qualsiasi posizione voglio segnare, voglio fare assist, voglio giocare in attacco, non è importante la posizione specifica. Conosco tutti i giocatori italiani, ci ho giocato contro in Confederations Cup. Sono molto felice che i tifosi mi stiano aspettando. Cosa posso dire in italiano ai milanisti? Grazie!".

Tutti i siti Sky