Caricamento in corso...
21 maggio 2014

Se il mercato dà i numeri. Stravince il parametro zero

print-icon
mar

"Per vincere è importante creare un modello societario e guardare al bilancio", spiega il DG della Juve, Marotta.

LA RICERCA . Oltre 14.000 i trasferimenti internazionali europei per oltre 5 miliardi di dollari, ma la crisi colpisce anche il calcio: il 73% sono a parametro zero. Maglia nera per gli agenti: in due stagioni sportive (2011-2013) commissioni quasi del 15%

Sono questi, e molti altri, i numeri dello studio realizzato per l'ECA, European Club Association, da LIUC, Università Cattaneo e PwC sul tema dei trasferimenti dei calciatori e della distribuzione delle risorse. Lo studio offre una fotografia di tutti i trasferimenti internazionali realizzati dai club europei durante le stagioni sportive 2011/12 e 2012/13.

Il TOTALE DEI TRASFERIMENTI
Il numero totale dei trasferimenti internazionali effettuati dai club europei analizzati è di 14.322, per un controvalore totale di oltre 5 miliardi di dollari. Il 66% di questi trasferimenti è stato originato da transazioni avvenute all’interno del territorio UEFA, mentre il restante 34% è  equamente distribuito tra trasferimenti in entrata e in uscita da e verso Paesi non-UEFA. I club europei hanno avuto un saldo entrate/uscite negativo verso il Sud America e l’Asia, con cessioni nette rispettivamente di 59 e 342 giocatori. Questo dato dimostra come siano stati trasferiti più giocatori dall’Europa al Sud America e all’Asia che viceversa. Tale saldo negativo è stato quasi interamente compensato da un bilancio positivo di trasferimenti dall’Africa, con 307 acquisizioni nette. In termini di valore dei trasferimenti, i club europei si sono scambiati $4.007m, mentre hanno trasferito $801m a Paesi non-UEFA incassandone $339m, per una spesa netta di $462m. L’uscita netta di cassa più ingente è stata indirizzata verso il Sud America (€527m netti spesi), mentre i trasferimenti con i club asiatici hanno generato delle entrate nette per $135m.

TRASFERIMENTI INTERNAZIONALI E DOMESTICI
I trasferimenti internazionali e domestici effettuati dai club delle 5 top leghe europee, durante le due stagioni sportive 2011/12 e 2012/13 sono stati 5.491, per un controvalore totale di €4.853m. Solo 1.110 trasferimenti (20%) sono avvenuti tra i club delle 5 top leghe, mentre 2.935 (54%) sono stati invece i trasferimenti in uscita verso i club militanti nelle rispettive divisioni inferiori o in altre leghe e 1.446 (o 26%) quelli in entrata. Ciò ha prodotto un flusso netto in uscita di 1.489 giocatori. I trasferimenti in uscita verso le divisioni minori rappresentano una cospicua parte di tale flusso, a causa dell’elevato numero di giocatori mandativi a giocare in prestito. Per quanto riguarda il valore dei trasferimenti, nelle due stagioni analizzate i club appartenenti alle 5 top leghe europee si sono scambiati tra loro €2.661m, mentre hanno trasferito €1.551m ai club appartenenti ad altre leghe incassandone €642m.

LIBERTA’ DI MOVIMENTO
I trasferimenti a parametro zero hanno rappresentato infatti il 73% (10.431) del numero totale di trasferimenti effettuati dai club europei (14.322). Prestiti e trasferimenti a titolo definitivo hanno invece rappresentato rispettivamente il 14% (1.975) e 13% (1.916).

LE COMMISSIONI DEGLI AGENTI
Le commissioni erogate agli agenti dai club, escludendo le commissioni pagate dai giocatori al proprio agente, sono state pari a $254m, equiparabili a circa il 14,6% del valore degli 865 trasferimenti in cui un agente ha fatto da intermediario ($1.740m). La maggior parte di queste commissioni, pari a $211m (o 83%), è riconducibile ai trasferimenti avvenuti tra club appartenenti ai Paesi UEFA.

Tutti i siti Sky