Caricamento in corso...
29 maggio 2014

Inzaghi: "Il Milan la mia vita, faccio ciò che mi chiedono"

print-icon

Super Pippo prima di dirigere l'allenamento della Primavera rossonera: "Sono molto emozionato a leggere ciò che si scrive. Se vogliono che io ricopra altre mansioni sono pronto, ma non mi hanno detto ancora nulla"

Filippo Inzaghi, ormai prossimo allenatore del Milan, non nega le indiscrezioni degli ultimi giorni: “Volevo dirvi che sono l’allenatore della Primavera fino al 30 giugno 2016 – ha detto ai giornalisti prima di andare a dirigere la seduta odierna della squadra del settore giovanile rossonero -, non ho avuto altre comunicazioni a riguardo fino ad ora, se non quello che è stato scritto, per cui io sono un dipendente Milan, se la società mi chiama a ricoprire mansioni sono ben felice, altrimenti rimango ad allenare la Primavera”.

“Sono emozionato. Il Milan è la mia vita” – Inzaghi non nega ciò che potrebbe accadere nelle prossime ore: “Chi non prova emozione per quello che si legge e si scrive. Il Milan è la mia vita, la mia storia. Ho smesso di giocare per il Milan per cui tutto quello che mi dicono faccio. Vediamo che succederà, sono un loro dipendente fino al 2016, potevo andar via ma sono stato costretto a rimanere, volentieri perché avevo un contratto, per cui mi va di continuare su questa squadra”.

Tutti i siti Sky