Caricamento in corso...
05 settembre 2014

Perez: Di Maria voleva più di CR7. No di Ancelotti a Falcao

print-icon
jam

Florentino Perez con il colpo del mercato blanco: James Rodriguez (Getty)

Il presidente del Real Madrid fa il punto sul mercato: "Il club ha fatto la miglior offerta possibile, ma Angel non ha accettato. Nessuno guadagna tanto, tranne Cristiano. Abbiamo deciso di non prendere Falcao . E ha contato l'opinione dell'allenatore"

"Abbiamo deciso di non prendere Falcao. E ha contato l'opinione dell'allenatore". Il parere di Carlo Ancelotti ha influenzato la strategia di mercato del Real Madrid e, in particolare, ha allontanato Radamel Falcao dal Santiago Bernabeu. Florentino Perez, presidente dei blancos, spiega il mancato arrivo dell'attaccante colombiano, che ha lasciato il Monaco e si è accasato al Manchester United.

No di Ancelotti a Falcao - "E' un calciatore magnifico e abbiamo valutato il suo acquisto diverse volte, ma abbiamo deciso di non ingaggiarlo. E ha contato l'opinione dell'allenatore del Real Madrid", dice Perez. Allo United è finito anche Angel Di Maria, ceduto proprio dal club castigliano. L'esterno argentino, a quanto pare, ha fatto le valigie dopo aver ricevuto un'offerta di rinnovo ritenuta inadeguata.

Di Maria voleva più di Ronaldo
- "Dal 2000 sono partiti diversi giocatori e ne sono arrivati altri. Quando se ne va qualcuno, è considerato il migliore. Chi arriva, invece, è in discussione", osserva Perez. "Di Maria può contare sul nostro affetto, sulla nostra gratitudine e sul nostro rispetto. Non ho mai parlato male di un giocatore andato via da qui. Un calciatore con un contratto valido – osserva - se ne va perchè vuole andarsene: noi abbiamo sempre rispettato gli impegni presi". Di Maria "ha avanzato richieste economiche lecito e il Real Madrid non le ha soddisfatte. Il club ha fatto la miglior offerta possibile e il calciatore non ha accettato: nessuno guadagna tanto, ad eccezione di Cristiano Ronaldo. E' una delusione personale e non posso farci nulla".

L'ingaggio di James Rodriguez
- "Se avessimo accettato le sue condizioni - evidenzia- avremmo messo in pericolo la stabilità finanziaria della società e per questo abbiamo" ceduto l'argentino e "acquistato James Rodriguez. Siamo felici che Di Maria si sia sistemato in un'altra società, che oltretutto ci ha versato la somma da noi ritenuta corretta". Ronaldo, recentemente, si sarebbe lamentato per l'operato del Real sul mercato. "Lo conosco bene, non era sua intenzione criticare i nuovi arrivi. Anzi, è entusiasta. Non ci sono divergenze", dice Perez, che non vuole nemmeno commentare le voci secondo cui il portoghese sognerebbe di tornare allo United.

Tutti i siti Sky