Caricamento in corso...
01 gennaio 2015

L'Inter piomba su Podolski, Wenger: "Offerta più seria"

print-icon
pod

Lukas Podolski piace tantissimo all'Inter (Getty)

I nerazzurri vorrebbero il tedesco in prestito per i prossimi sei mesi. L'allenatore dell'Arsenal: "La prima offerta era una farsa, poi sono tornati un po' più seri. Vedremo". Piace anche Shaqiri: sullo svizzero anche la Juve 

Inter, Wenger apre alla cessione di Podolski - L’Inter proverà ad accontentare le richieste di Roberto Mancini, soprattutto per l’esterno offensivo. Dopo la sconfitta con il Southampton Arsene Wenger apre all'Inter per Lukas Podolski come riporta the Independent: "La prima offerta dell'Inter per Podolski era una farsa, poi sono tornati un po' più seri. Vediamo cosa succederà ora. Cessione inevitabile? Non c'è nulla di inevitabile nel calciomercato. E' difficile da dire ora, vedremo come andrà a finire". L'offerta dell'Inter dovrebbe essere: prestito secco per i prossimi sei mesi. L'operazione si aggira intorno al milione di euro. I nerazzurri attendono la risposta definitiva dell'Arsenal entro la giornata di venerdì.

Nella tarda mattinata dopo due panchine di fila Podolski contro il Southampton non è andato neanche in panchina. Su twitter lo stesso attaccante prima aveva smentito un litigio con Wenger e poi ribadito di avere un problema fisico: "Ho provato a non commentare le voci che ho visto sui giornali ma quando ho visto che venivano messe in dubbio la mia dedizione e il mio amore per l'Arsenal non potevo non intervenire. Il Mirror ha inventato una storia sul nulla. E' incredibile che si permetta ai giornali di scrivere falsità per attirare l'attenzione dei lettori. E' stata creata una tempesta fuori dal campo perché non ho giocato quando in realtà negli ultimi giorni mi sono sottoposto alle cure dello staff medico. Il Mirror ha avuto troppa fretta di creare una tempesta, ma nonostante tutto auguro alla loro redazione un buon anno, e maggiore fortuna con i titoli".
Inter anche su Shaqiri - All'Inter piace molto anche Shaqiri (obiettivo anche della Juventus). E’ un giocatore che convince anche Thohir. Il Bayern non lo cede per meno di 15 milioni. L’Inter potrebbe arrivare a quella cifra. Offre un prestito con obbligo di riscatto senza alcun vincoli per una cifra di 15 milioni di euro. Venerdì sarà anche il giorno del ritorno di Lavezzi a Parigi. Il Pocho, altro obietivo del mercato nerazzurro, rientra in Francia dopo i problemi con Blanc.

Juve a caccia di un trequartista -
C’è stato un primo contatto tra Wesley Sneijder e la Juventus. Una telefonata nella quale la dirigenza bianconera ha sondato la disponibilità del giocatore olandese ad un eventuale trasferimento. Con il Galatasaray, proprietario del cartellino, non è stata ancora avviata però una trattativa che comunque sarebbe sulla base di un acquisto a titolo definitivo e non in prestito. In favore della Juventus potrebbe giocare il fatto che Sneijder non abbia preso gli stipendi degli ultimi 2-3 mesi dal club turco. Alla Juve piace anche Shaqiri: è pronta ad offrire un prestito di 3 milioni di euro con obbligo di riscatto a 12 (pagabili in 3 anni) vincolato ad alcuni obiettivi da definire. Attenzione anche al Liverpool: Vuole prendere il giocatore a titolo definitivo. Ovviamente un’eventuale offerta ufficiale del club inglese potrebbe spostare gli equilibri. Altro obiettivo sulla trequarti potrebbe essere Diamanti. Questione Tevez. Dopo le sue dichiarazioni di voler tornare al Boca nel 2016 (scadenza contratto con la Juve), è tornato ad allenarsi a Vinovo. La Juve non pare intenzionata a mettere il giocatore sul mercato. Pare essere infatti essere portata ad accontentare l’argentino. Il Catania pensa a Marcolin - Si prospetta l'ennesima rivoluzione in panchina al Catania. I dirigenti siciliani starebbero pensando a Marcolin, già vice di Mihajlovic proprio ai tempi di Catania.

Liverpool, Balotelli ancora fuori -
Stavolta non c'è né la giustificazione dell'infortunio, né quella della squalifica: Mario Balotelli è finito in tribuna per scelta tecnica. Se c'era bisogno ancora di qualche conferma sulla crisi in atto tra il Liverpool e Supermario, eccola servita oggi ad Anfield Road nel match che i Reds hanno disputato contro il Leicester. Brendan Rodgers dopo il tira e molla dei giorni scorsi ("non è adatto ai nostri schemi" prima; "resterà poi) ha deciso di lasciarlo fuori: né in campo, né in panchina. Un segnale forte a pochi giorni dall'apertura del calciomercato che potrebbe vedere l'attaccante azzurro una volta di più protagonista.

Lampard al City fino a giugno
- Frank Lampard resterà al Manchester City fino al termine della stagione. Il 36enne centrocampista, in  prestito ai campioni d'Inghilterra, avrebbe dovuto raggiungere il New York City, proprietario del cartellino, per prepararsi all'inizio della Major League Soccer, che comincia a marzo. Lampard rimarrà in Inghilterra fino a giugno e, di conseguenza, salterà la prima parte della stagione nordamericana. Lampard ha firmato con il New York City al termine della scorsa stagione, quando è scaduto il contratto che  legava il giocatore al Chelsea.

Wba, Pulis il nuovo manager
- Tony Pulis è il nuovo allenatore del West Bromwich Albion. Lo ha ufficializzato il club inglese che punta sull'ex Crystal Palace per risalire la classifica e sostituire Alan Irvine, esonerato dopo il ko di domenica scorsa in casa dello Stoke City (0-2). Pulis, 56 anni, ha firmato un contratto di due anni e mezzo con i "Baggies" e prenderà la guida della squadra dopo il match di oggi in casa del West Ham. "Ogni squadra basa i suoi successi sulla compattezza ed è questo quello che voglio portare al Wba – ha spiegato Pulis -. Abbiamo bisogno di tutti, dei tifosi, di tutto il personale che lavora in società e di tutti i colori che hanno a cuore il club".

Tutti i siti Sky