Caricamento in corso...
04 febbraio 2015

Roma, Sabatini: "Per Garcia offerte irrinunciabili ma resta"

print-icon
wal

Walter Sabatini ha fatto il punto sul mercato di gennaio a Trigoria (Getty)

Il direttore sportivo giallorosso ha fatto il punto sul mercato: "Abbiamo fatto quello che volevamo". Sull'allenatore: "Vuole vincere qui". La cessione di Destro: "Se deciderà di tornare sarò orgoglioso"

"Abbiamo centrato gli obiettivi prefissati. Ci sono state alcune situazioni contraddittorie, avevamo bisogno di calciatori subito. Con un po’ più di fortuna avremmo potuto concludere delle operazioni qualche giorno prima. Ma quello che volevamo fare lo abbiamo fatto e sono soddisfatto". Il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini, ha fatto il punto sul calciomercato invernale in una conferenza stampa a Trigoria.

Destro - "Abbiamo preso giocatori forti e fatto scelte strategiche - ha sottolineato -. Abbiamo sacrificato Destro perché c'era attorno al ragazzo una situazione di disagio. Ha tutti i requisiti di essere il centravanti la Roma, adesso è momentaneamente al Milan: se tornerà saremo orgogliosi, altrimenti avremo dei fondi". Il sostituto è Doumbia: "Un giocatore così prolifico che i numeri sono quasi imbarazzanti", ha aggiunto Sabatini.

"Congiunzione astrale" - "Siamo vittime di una congiunzione astrale molto negativa", Walter Sabatini ha parlato proprio del momento della Roma in campionato e dell’infortunio del nuovo arrivo Victor Ibarbo, nel giorno della sua presentazione ufficiale. "Si è presentato Ibarbo, ma l'abbiamo fatto arrivare in sala stampa con una contrattura. Ha del comico, è quasi imbarazzante per noi, ma recupererà in fretta", ha assicurato. Sul momento no della Roma: "Tutto questo ci sta, sono dei piccoli collassi - spiega ancora Sabatini - il nostro problema è minimizzare i tempi e tornare quello che eravamo, ritrovando quella stima generale che ci permette di pensare al nostro compagno come il miglior giocatore in campo. Torneremo presto ad essere competitivi e forti".

Europa League e Scudetto -
"Crediamo ancora nel primo posto in campionato e ora che siamo usciti dalla Coppa Italia ci tuffiamo subito nell'idea di poter vincere l'Europa League". Così il ds della Roma, Walter Sabatini, all'indomani del ko con la Fiorentina. Il dirigente giallorosso si è poi difeso dall'accusa di essersi mosso in ritardo sul mercato: "Le operazioni si concretizzano quando tutte le parti sono d'accordo, il ritardo è dovuto a questo”.
Ibarbo si presenta - "Ho una piccola contrattura al polpaccio e dovremo aspettare cosa mi dicono i medici domani ma non credo sia grave, cammino normalmente". E’ lo stesso Victor Ibarbo a rivelare di aver rimediato un piccolo infortunio nella seduta mattutina di allenamento, il giorno dopo la sconfitta con la Fiorentina in Coppa Italia che l'ha visto esordire nella ripresa con la maglia giallorossa.  "Mi hanno portato qui come esterno, ma se devo fare la prima punta bisognerà parlarne con il mister - spiega il 24enne attaccante colombiano, disponibile a ogni esigenza di Garcia - Ho sempre avuto ambizione, ora che sono in una grande squadra voglio vincere tutto quello che c'è da vincere. Sono felice ed emozionato di stare qui, non me l'aspettavo, è il sogno di qualsiasi giocatore sudamericano. E poi, ho come compagno di squadra una leggenda come Totti - aggiunge - Cercherò di sfruttare questa occasione per crescere come giocatore e uomo".

Tutti i siti Sky