Caricamento in corso...
06 febbraio 2015

Inter, Ausilio: "Senza Champions qualcuno andrà via"

print-icon
pie

Piero Ausilio ha risposto alle domande dei tifosi nel corso di un ask su Twitter (Getty)

Nel corso di un ask su Twitter, il direttore sportivo nerazzurro ha risposto alle domande dei tifosi. Chiusura a un arrivo di Cassano. E senza terzo posto, a fine stagione qualcuno partirà. Presentato Santon, al suo ritorno: "Questa è casa mia"

Antonio Cassano non arriverà, ma l’Inter senza Champions venderà qualche pezzo pregiato. L’ha detto rispondendo a una domanda di un tifoso, il direttore sportivo nerazzurro Piero Ausilio, nel corso di un colloquio dall’account Twitter ufficiale nerazzurro. "Penso che l’Inter non farà un attaccante, abbiamo deciso insieme al mister di puntare su Puscas e Bonazzoli", la chiusura di Ausilio su un possibile arrivo dell’attaccante barese. E a chi ha domandato se, in caso di mancata qualificazione alla Champions, l'Inter potrebbe vendere pezzi pregiati come Mauro Icardi, il dirigente nerazzurro ha risposto: "Senza la Champions League vengono a mancare risorse importanti ed è normale che qualcuno dovrà partire".
Santon si presenta - "Sono cresciuto interista e l'Inter è casa mia". Nella giornata di oggi, l’Inter ha presentato anche Davide Santon, tornato in nerazzurro dopo l’esperienza in Inghilterra con il Newcastle. "Ho più esperienza dopo questi 3 anni e mezzo. In Inghilterra ho fatto circa 100 presenze anche se non giocavo da quasi nove mesi per un infortunio. Sono venuto qui per mettermi in gioco. Questa è casa mia. Mi è arrivata una chiamata di Piero (il ds Ausilio, ndr) e dopo un paio d'ore l'ho richiamato e sono stato felice di tornare", ha spiegato Santon nella conferenza stampa di presentazione.

Che Inter trova – Il “bambino” come lo chiamava affettuosamente Josè Mourinho dice che squadra ha ritrovato: “Un gruppo giovane, che ha voglia di fare. In questo momento magari i risultati non stanno arrivando perché stiamo pagando eccessivamente gli errori", ha risposto l'esterno, che ora si sente pronto per il salto di qualità. "All'Inter, la prima volta ero giovane. Adesso sono cresciuto e voglio sempre migliorare".

Balotelli reagirà - "Ci siamo incontrati quest'anno in occasione della partita contro il Liverpool. Siamo esplosi insieme, lui ha avuto problemi ma questo è il passato. Mario saprà reagire, è forte e sarà il campo che parlerà. Non so se tornerà in Italia, non sono un direttore sportivo o un procuratore, sarà lui a decidere”.

Tutti i siti Sky