Caricamento in corso...
19 maggio 2015

Moratti: "Mancini si aspettava di più dalla squadra"

print-icon
mor

"Non è un dramma non andare in Europa, speriamo di poterci entrare, ma prendiamo il positivo anche nel non esserci. Potremo prepararci al meglio per il campionato"

L'ex patron dell'Inter non è deluso da Mancini. "Con più grinta, carattere, amor proprio, si riuscirà a ottenere risultati migliori". La Juve? "Ha un fortissimo carattere, giusto che tenti di ottenere qualcosa di fantastico come il triplete"

"Cerchiamo tutti giocatori di esperienza o giovani che nessuno conosce e che poi diventino fortissimi. Ma questa responsabilità lasciamola a Mancini...". L'ex presidente dell'Inter, Massimo Moratti, parla della prossima campagna acquisti del club nerazzurro, certo che si dovrà comunque ripartire dall'attuale tecnico, considerato il meno responsabile di una stagione fin qui con più ombre che luci. "Se ci aspettavamo di più da Mancini? Forse lui si aspettava di più dalla squadra", spiega Moratti a Football Heroes-Storie di calciatori, la mostra organizzata a Milano in concomitanza con Expo.

"Mancini sta facendo il massimo, con più grinta, carattere, personalità e amor proprio forse potevamo ottenere risultati migliori". Preferendo evitare una polemica a distanza su Erick Thohir con Silvio Berlusconi, che recentemente si è lasciato andare ad alcune battute sull'imprenditore indonesiano ("Thohir persona perbene, dispiace sia oggetto di battute"), Moratti sprona la Juventus a cogliere quel Triplete che i nerazzurri ottennero con Mourinho in panchina: "E' giusto che ci tenti, poi vediamo". Proprio l'Inter, in quell'occasione, riuscì a battere il Barcellona: "Devo dare dei consigli? Sì, al Barcellona...", chiude ironicamente Moratti.

Tutti i siti Sky