Caricamento in corso...
03 giugno 2015

Real, Florentino presenta Benitez: "Questa è casa mia"

print-icon

L'ex allenatore del Napoli prende il posto di Carlo Ancelotti, esonerato il 25 maggio. Per Rafa pronto un contratto triennale. "E' un'emozione essere qui, spero di vincere molti titoli"

"E' un giorno emozionante, poter  tornare qui a casa mia. Spero che le cose vadano bene, che riusciremo a vincere titoli, che la squadra giochi bene. Spero di ripagare col lavoro la fiducia che è stata riposta in me". Sono le poche laconiche parole formulate da un emozionato Rafa Benitez in occasione della presentazione come nuovo tecnico del Real Madrid avvenuta al Santiago Bernabeu. L'ex tecnico del Napoli raccoglie la pesante eredità di Carlo Ancelotti che lo scorso anno ha portato a Madrid la 'decima' Coppa dei campioni. Al suo fianco il presidente dei 'blancos', Florentino Perez. "Cominciamo una nuova tappa e lo facciamo con la piena convinzione che l'arrivo del nuovo tecnico ci farà più forti - spiega Perez presentando il decimo allenatore dei suoi 12 anni di presidenza -. E' un uomo che  respira calcio e madridismo fin da ragazzo. Sognava questo momento e  ci è arrivato, il suo nome è garanzia di lavoro e sacrificio". Non c'è nessuno meglio di Rafa che sappia cosa significhi questa maglia e questo stadio. Guardiamo avanti, perché non ci piace  l'autocompiacimento, benvenuto a casa Benitez".

Il Real Madrid ha dato il benvenuto a Rafa Benitez: l'annuncio era arrivato via twitter, l'ex allenatore del Napoli si lega al club spagnolo per tre anni.
"Benitez in carriera ha vinto tutto a livello internazionale - spiega il Real Madrid - una Champions League, due Europa League, un mondiale per Club e una Supercoppa europea". "Abituato alla pressione dei principali club in Spagna, Italia e Inghilterra, è l'unico tecnico spagnolo che ha raggiunto le 100 partite della Coppa dei Campioni. Inoltre è madridista: dopo aver giocato nelle fila del Real Madrid dai 13 ai 20 anni, ha iniziato la sua carriera di allenatore in blanco. In nove stagioni ha guidato diverse squadre nelle categorie inferiori, fino all Castilla, oltre ad essere stato secondo allenatore della prima squadra nel '93-'94", conclude il Real.

Tutti i siti Sky