Caricamento in corso...
07 luglio 2015

Serbia o Iraq? Se cambia così la geografia della Serie A

print-icon
dze

L'attaccante bosniaco Edin Dzeko, nel mirino della Roma

Non più solo argentini o brasiliani. Quattordici calciatori sono già arrivati in Italia provenienti da Albania, Slovenia, Polonia, Bosnia, Croazia, Tunisia, Serbia, Finlandia, Iraq e dalla Repubblica di Macedonia. E' inversione di tendenza?

Quattordici calciatori già arrivati in Italia provenienti da Albania, Slovenia, Polonia, Bosnia, Croazia, Tunisia, Serbia, Finlandia, Iraq e dalla Repubblica di Macedonia. Cambiano le strategie nelle trattative, ma soprattutto la geografia del mercato: se fino a ieri a infiammare le piazze erano per la maggior parte calciatori argentini e brasiliani ora si sta assistendo a una vera e propria inversione di tendenza.

A Roma si lavora per l'arrivo dell'attaccante bosniaco Edin Dzeko. A Milano, sponda rossonera, si attende sempre il colpaccio Ibrahimovic mentre i cugini nerazzurri stanno cercando di portare agli ordini del tecnico Roberto Mancini l'egiziano Salah e il croato Perisic.

Questi sono campioni già affermati, ma sono diversi i club che stanno esplorando questi nuovi mercati e che, a differenza degli altri, sono ancora da esplorare. Alcune di queste new entry sono, come nel caso di Panagiotis Kone (nazionalità albanese, ma naturalizzato greco), fine prestiti che tornano alla base. In questo caso all'Atalanta di Reja. Altri, come lo sloveno Jasmin Kurtic, militavano già in serie A e hanno solo cambiato casacca.

Il neopromosso Carpi, nel reparto offensivo,  ha deciso di puntare sul polacco Kamil Willzek. L'Empoli, club molto attento al mercato low cost ma di qualità, si è aggiudicato il difensore italo-albanese Kastriot Dermaku. Sempre in Toscana arriva in prestito dalla Roma il polacco Lukas Skorupski mentre a titolo definitivo il bosniaco Rade Krunic.

Il Genoa ha riscattato il difensore sloveno Kranjc. Al gruppo di Massimiliano Allegri vanno ad aggiungersi il croato Mario Mandzukic e Sami Khedira, giocatore tedesco ma di origini tunisine. Il Palermo ha puntato sull'attaccante macedone Aleksandar Trajkovski. Anche la Finlandia è presente in questa nuova geografia calcistica. Alla Sampdoria è arrivato il difensore Niclas Moisander. Attivo invece Serbia il Torino, che si è portato a casa sia il portiere Vladimir Avramov che il centrocampista Alen Stevanovic. In Iraq si è infine spinta l'Udinese che ha acquistato il difensore Ali Adnan.

Tutti i siti Sky