Caricamento in corso...
19 febbraio 2016

Fiorentina, dura replica di Pradé allo sfogo di Sepe. Poi le scuse

print-icon
sep

La scelta di Paulo Sousa di schierare Tatarusanu per il match di andata contro il Tottenham ha demoralizzato il portiere che aveva disputato tutte le gare della fase a gironi di Europa League: "Avevano ragione mia moglie e il mio procuratore, chiedo scusa, avrei dovuto ascoltarli e stare al Napoli". Dopo la presa di posizione della società, le scuse: "Parole dettate dall'emotività del momento" 

La prima panchina stagionale in Europa League, nel match casalingo contro il Tottenham, dopo aver disputato tutte e sei le gare del girone di qualificazione come titolare, ha portato il portiere Luigi Sepe ad un lungo sfogo riversato per iscritto sulla propria pagina ufficiale di Instagram.

L'ex portiere dell'Empoli ha annunciato il termine a fine di questa stagione della sua esperienza con la maglia della Fiorentina. "Oggi finisce la mia avventura alla Fiorentina, non contrattuale perché ci sono altri tre mesi, ma morale - ha spiegato il 24enne estremo di Torre del Greco - Oggi mi sento di scrivere, devo chiedere scusa ad alcune persone... devo chiedere scusa a due persone. Una è mia moglie perché quest'estate quando mi diceva "pensaci bene a ciò che fai, a dove andare, è una scelta tua, io ti sono vicino e secondo me faresti bene a stare qui a Napoli a provare un anno e vedere come va. E un'altra scusa la devo al mio procuratore con il quale quest'estate ho combattuto per fare in modo che facessi un altro anno lontano dalla mia città. Ora a distanza di sei mesi mi sento di chiedere scusa, di dire che avevano ragione loro e che a sbagliare sono stato io".

Uno sfogo in piena regola quello di Luigi Sepe, che non ha accettato la decisione di Paulo Sousa, che contro il Tottenham ha preferito schierare tra i pali Ciprian Tatarusanu, già titolare da inizio stagione. Il portiere, per le parole sul suo profilo ufficiale Instagram, rischia ora una multa da parte del club viola. Sulla scelta di mandare in campo Tatarusanu e non Sepe, nel post gara della sfida di ieri sera contro gli Spurs, Sousa ha precisato: "Sepe non aveva nessun problema fisico. E' stata una mia scelta"

La dura replica del club - "Le dichiarazioni di Sepe sono assolutamente fuori luogo, applicheremo il massimo della sanzione e se vuole possiamo anche pensare a una rescissione contrattuale". Questa la dura replica che il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè ha affidato all'ANSA dopo lo sfogo del portiere viola attraverso Instagram. 

 

Le scuse del portiere - Nel tardo pomeriggio un comunicato postato ancora su Instagram, per chiedere scusa. "Sono consapevole di aver sbagliato - scrive Pepe-. Le mie parole non erano di disimpegno verso la Fiorentina ma legate dall'emotività del momento".

 

Una foto pubblicata da luigisepe (@luigisepe) in data:

Tutti i siti Sky