Caricamento in corso...
16 luglio 2017

Calciomercato Juventus, Percassi: "Caldara non si muove"

print-icon
Mattia Caldara

Mattia Caldara, difensore della Juventus (Foto: Getty Images)

Il presidente dell'Atalanta ringrazia la Juventus per Orsolini, ma chiude all'eventualità che Caldara anticipi il suo passaggio in bianconero. Quindi, il punto sul mercato: "Difficile De Roon, felici di aver rinnovato col Papu" 

Ancora negli occhi le istantanee di una stagione favolosa. Una cavalcata entusiasmante, verso un incredibile ritorno in Europa. L’Atalanta ha emozionato tutti gli appassionati, con un calcio fatto da giovani e veterani che non smettono di stupire. Il presidente Antonio Percassi, nel saluto ai tifosi accorsi all’Atleti Azzurri d’Italia oggi, ha fatto il punto sul calciomercato dei nerazzurri. Con alcune importanti rivelazioni. "Con la Juventus abbiamo un ottimo rapporto, infatti hanno permesso ad Orsolini di approdare qui, consapevoli che questo sia il modo migliore per garantirgli la crescita, ma Caldara non si muove quest’anno" ha detto il patron dei bergamaschi. Dunque, i bianconeri sono stati avvisati: per colmare la lacuna lasciata da Leonardo Bonucci, passato al Milan, non potrà arrivare il talento dell’Atalanta, che la Juve ha già acquistato ma che potrà unirsi alla squadra soltanto dalla prossima stagione. Negli scorsi giorni era stato paventato anche il ritorno di Marten De Roon. Ma Percassi non ha creato false illusioni: "E’ difficile che arrivi. Tra i nuovi acquisti, sono rimasto felicemente impressionato Cornelius. Se ci sarà ancora la possibilità di realizzare un colpo, sarà fatto. Al momento i nostri operatori stanno monitorando il mercato sudamericano".

"In Europa dopo 26 anni, che entusiasmo!"

Ma l’estate dell’Atalanta è stata caratterizzata anche dalla partenza di Andrea Conti. "Fa parte del gioco, ma penso che siamo riusciti ugualmente a fare diversi regali ai tifosi. Aver prolungato il contratto di Alejandro Gomez ha un significato importante in questo senso, sia per lui che per lui, ne siamo felici" ha proseguito Percassi. Che adesso guarda con maggiore euforia al futuro: "Vogliamo crescere con i giovani di qualità che sono stati acquistati. Giochiamo tre competizioni dopo 26 anni e con un campionato da sogno dobbiamo crederci. I tifosi ci hanno sempre sostenuto e so che sarà così anche se tornassero momenti difficili. E’ la settima stagione di fila in Serie A, in Coppa Italia entriamo agli ottavi e poi c’è l’Europa League: si respira entusiasmo".