Caricamento in corso...
17 luglio 2017

Calciomercato, Genoa-Lapadula: visite ok, ora la firma

print-icon

Esito delle visite mediche specialistiche confortante, c’è il via libera per il trasferimento di Gianluca Lapadula al Genoa: dopo la firma sul contratto, l’attaccante raggiungerà il resto dei compagni nel ritiro di Neustift

Calciomercato L'Originale, da lunedì 17 luglio alle 23 su Sky Sport 1 e Supercalcio

TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

Gianluca Lapadula al Genoa, finalmente. Una trattativa, quella che porterà l’attaccante classe 1990 a indossare i colori rossoblù già definita nei giorni scorsi e che adesso è arrivata alla svolta decisiva: 2 milioni di prestito e obbligo di riscatto fissato a 11 milioni, questa la cifra che il Genoa verserà nelle casse del Milan. Un trasferimento che per qualche ora ha rischiato di tingersi di giallo: il giocatore, infatti, non ha da subito raggiunto il ritiro di Neustift, questo perché la società rossoblù ha voluto che l’attaccante si sottoponesse ad ulteriori test fisici, dopo i diversi problemi che lo hanno condizionato nella scorsa stagione. Lapadula, infatti, si è sottoposto questo pomeriggio ad ulteriori visite mediche presso un centro specializzato a Torino, alla presenza anche del medico sociale del Genoa: esami conclusi con esito confortante ed ecco arrivato il via libera definitivo. L’attaccante dunque è partito alla volta di Genova dove in serata ha firmato il suo nuovo contratto. "Una nuova avventura voluta fortemente da entrambi, orgoglioso di far parte del club più antico d'Italia!", ha scritto sul suo profilo Instagram subito dopo. 

Una nuova avventura voluta fortemente da entrambi, orgoglioso di far parte del club più antico d'Italia! Forza Grifone! #forzagrifo #youwillneverwalkalone

Un post condiviso da Gianluca Lapadula (@gianluca_lapadula_official) in data:

Perin: "Ho l’età giusta per essere il capitano"

Protagonista nella prima parte del calciomercato, quando il Milan aveva scelto lui per sostituire Gigio Donnarumma. Poi la firma sul rinnovo del contratto da parte del portiere rossonero e Mattia Perin che nella prossima stagione difenderà ancora i pali della porta del Genoa, con ogni probabilità con al braccio la fascia di capitano: "Non è deciso sul fatto di essere capitano, ma penso di avere l’età giusta per esserlo. A Bertolacci gli ho rotto le scatole, è un ritorno importante, può essere determinante per la squadra. Ho fatto capire che mi avrebbe fatto piacere esserlo, dopo dieci anni che sono qui, non è capitano solo chi indossa la fascia, ma ci sono tanti leader nello spogliatoio", le parole rilasciate a Sky Sport dal portiere del Genoa. Che dal ritiro di Neustift esalta il lavoro della 'cantera' rossoblù: "Il settore giovanile del Genoa non lascia nulla al caso, ha ottimi allenatori e sforna tanti talenti come Pellegri e Salcedo", ha concluso Perin.