Caricamento in corso...
10 maggio 2010

Giro, tappa a Weylandt: la maglia rosa è di Vinokourov

print-icon
vin

Alexandre Vinokourov ha strappato la maglia rosa a Cadel Evans

Tre tappe, tre cambi di leader della classifica: il kazako strappa il rosa a Evans (caduto) dopo i 224 km pianeggianti della terza frazione, la Amsterdam-Middelburg. Martedì riposo, mercoledì cronosquadre con arrivo a Cuneo. GUARDA LA GALLERY

COMMENTA NEL FORUM DI CICLISMO

La terza tappa Amsterdam-Middelburg, di 224 km completamente pianeggianti e corsa in una bella giornata di sole, è stata vinta allo sprint dal belga Wouter Weylandt. Ritardo di 45 secondi per la maglia rosa Cadel Evans. E quindi la casacca da leader cambia proprietario: la veste infatti il kazako Alexandre Vinokourov. Il belga della Quickstep si è imposto in volata, come detto, davanti all'australiano Grame Brown (Rabobank) e al tedesco Robert Forster della Milram.

Il campione del mondo Evans era rimasto coinvolto nella caduta di Bradley Wiggins, ma è subito ripartito. Con grande sforzo, tutto solo, ha tentato di rientrare sul gruppo di testa con i migliori. Ma non ce l'ha fatta. Tre tappe, dunque, e tre diversi leader della classifica. Curiosità: alla partenza della terza tappa c'era anche Wesley Sneijder, trequartista dell'Inter fidanzato con Yolanthe Cabau, madrina del Giro d'Italia.

Anche la terza tappa della corsa rosa, l'ultima in Olanda, è stata caratterizzata da numerose cadute e dal forte vento che hanno frazionato in più tronconi il gruppo. A farne le spese anche alcuni uomini di classifica fra i quali lo spagnolo Carlos Sastre e l'australiano Cadel Evans, che hanno perso il contatto con i primi dopo una caduta a circa 15 km dal traguardo. La maglia rosa della Bmc, senza compagni di squadra al suo fianco, ha cercato invano  di riportarsi sui battistrada e al traguardo ha accusato come detto il pesante ritardo di 45", che ha consentito al kazako Vinokourov di passare al  comando della classifica generale.

Alla volata finale non hanno partecipato, fra gli altri, velocisti come Alessandro Petacchi, vittima di una foratura a circa 40 km dal traguardo, e il giovane Sacha Modolo, caduto insieme a Marco  Pinotti a 5 km dall'arrivo. Il tedesco Greipel non è riuscito a  sfruttare il treno organizzato dalla Columbia e Weylandt, scattato ai 200 metri, ha resistito al rientro di Brown e Foster. Stravolta la classifica generale, che vede al comando Vinokourov con lo stesso tempo dell'australiano Richie Porte (Saxobank) e con 1" di vantaggio sul britannico David Millar (Garmin). Balzo in avanti anche  per Vincenzo Nibali (Liquigas), quarto a 5". Domani primo giorno di riposo per il Giro a Cuneo. Mercoledì la quarta tappa, una cronosquadre di 33 km con partenza da Savigliano e arrivo a Cuneo.

Ordine d'arrivo terza tappa, 224 km Amsterdam-Middelburg:
1. Wouter Weylands (Bel) Quickstep, in 5h00'06".
2. Graeme Brown (Aus) Rabobank, st.
3. Robert Foerster (Ger) Milram, st.
4. Danilo Holndo (Ger), Lampre, st.
5. Adam Blyth (Grb) Omega Pharma, st.
6. Andre Greipel (Ger) HTC Columbia, st.
7. Linus Gerdemann (Ger) Milram, st.
8. Vincenzo Nibali (Ita) Liquigas-Doimo, st.
9. Thomas Rohregger (Aut) Milram, st.
10. Alexandre Vinokourov (Kaz) Astana, st.

La classifica generale:
1. Alexandre Vinokourov (Kaz) Astana, in 10h07'18".
2. Ritch Porte (Aus) Saxo Bank, st.
3. David Millar (Grb) Garmin-Transition, a 1".
4. Vincenzo Nibali (Ita) Liquigas-Doimo, 5".
5. Marcel Sieberg (Ger) HTC Columbia, 7".
6. Matthew Goss (Aus), HTC Columbia, 10".
7. Andre Greipel (Ger) HTC Columbia, 10".
8. Linus Gerdemann (Ger) Milram, 12".
9. Stefano Garzelli (Ita) Acqua and Sapone, 15".
10. Pieter Weening (Ola) Rabobank, 16".

Tutti i siti Sky