Caricamento in corso...
09 settembre 2010

Vuelta, Cavendish senza rivali: domina la volata di Lleida

print-icon
mar

Mark Cavendish, primo successo alla Vuelta 2010

Dodicesima tappa: l'arrivo allo sprint è un monologo del Team Htc. L'inglese vince senza faticare, capolavoro degli uomini che lo hanno portato al traguardo. Anton conserva la maglia di leader

Sfoglia l'album dei campioni del pedale

Un grande gioco di squadra ha consentito a Mark Cavendish di scattare in solitario negli ultimi metri e vincere la 12ª tappa della Vuelta Espana. Il britannico del Team Columbia, alla sua prima vittoria nella corsa a tappe spagnola, ha approfittato del movimento del
compagno di squadra Matthew Harley Goss e uscendo prima di tutti dall'ultima curva prima del traguardo ha tagliato quasi in solitario il traguardo al termine dei 172,5 chilometri di percorso. Al secondo posto si piazza lo statunitense della Garmin Tyler Farrar, terzo lo stesso Goss.

Il leader della classifica generale resta lo spagnolo della Euskaltel Igor Anton, seguito a 45 secondi da Vincenzo Nibali. La giornata inizia con la fuga di sei corridori dopo pochi chilometri. Il piu' alto in classifica è Gustavo Cesar Veloso, distaccato di 39 minuti dal leader Anton. I sei, tra cui anche Marco Marzano (Lampre), affrontano insieme il coll de Boixols (l'unico della giornata, di 2ª categoria) e vengono raggiunti da altri tre fuggitivi. Il primo a scollinare è David Garcia da Pena, seguito da Cesar Veloso e Quemeneur. Il gruppo è a 2'28" ma da qui in poi il vantaggio dei nove inizia a scendere preogressivamente. La fuga finisce ufficialmente quando mancano 23 chilometri all'arrivo, con i corridori che vengono riassorbiti uno dopo l'altro.

Il gruppo viaggia così compatto in direzione del traguardo di Lleda, senza lasciare spazio a
ulteriori allunghi. A pochi metri dal traguardo di Lleida Cavendish sorprende tutti e scrive il proprio nome sulla storia della 65ª Vuelta.

Domani la carovana partirà per la 13 frazione. I corridori si sposteranno da Rincon de Soto a Burgos lungo un perciorso di 196 chilometri. Tracciato soft, seppure in leggera salita, per tre quarti di gara fino all'alto de Pradilla: sei chilometri di salita di terza categoria. Subito
dopo un'altra asperita' della stessa pendenza, l'alto del Valmala. Finale per quei velocisti che saranno riusciti a non staccarsi.

La classifica generale dopo la dodicesima tappa:

1. ANTON, I.            EUS      47h37'15"
2. NIBALI, V.            LIQ      a 45"
3. TONDO, X.           CTT      a 1'04"
4. RODRIGUEZ, J.     KAT      a 1'17"
5. MOSQUERA, E.      XAC      a 1'29"
6. BRUSEGHIN, M.     GCE      a 1'57"
7. PLAZA, R.             GCE      a 2'07"
8. URAN, R.              GCE      a 2'13"
9. ROCHE, N.            ALM      a 2'30"
10. SCHLECK, F.        SAX      a 2'30"


Commenta nel forum di ciclismo

Saxo Bank, cacciati Schleck e O'Grady: motivi disciplinari

Tutti i siti Sky