Caricamento in corso...
10 febbraio 2011

I test medici inchiodano Riccò: accertata l'autotrasfusione

print-icon
ric

Gli esami clinici fatti su Riccardo Riccò avvalorano la pratica dell'autotrasfusione con sangue non ben conservato

Doping. I primi esami svolti dai dottori avvalorano la pratica dell'autotrasfusione con sangue non ben conservato confessata dal corridore all'arrivo in Ospedale a Baggiovara. La Procura modenese non ha ancora interrogato il ciclista della Vacansoleil

Commenta nel Forum del Ciclismo

Gli esami clinici fatti su Riccardo Riccò avvalorano la pratica dell'autotrasfusione con sangue non ben conservato. Sarebbero questi i primi risultati dei test fatti sul ciclista modenese che nei giorni scorsi aveva accusato un malore, poi aveva confessato di aver fatto l'autotrasfusione. La Procura ha disposto accertamenti per verificare se possa aver avuto un aiuto o se, come sostiene, ha fatto tutto da solo.

La Procura modenese non ha ancora sentito Riccò. Un interrogatorio sarà fissato quando le condizioni del ciclista, ricoverato all'ospedale di Baggiovara, saranno migliorate.

Tutti i siti Sky