Caricamento in corso...
14 febbraio 2011

La Procura di Modena non fa sconti: indagato Riccò

print-icon
200

Ufficialmente iscritto nel registro degli indagati: Riccardo Riccò rischia di dire addio al ciclismo (Getty)

Il 26enne emiliano, sospeso dalla Vacansoleil, è accusato di presunta violazione dell'articolo 9 della Legge antidoping. Il ciclista è ancora ricoverato all'Ospedale di Baggiovara, dove si trova da domenica 7 febbraio in seguito a un malore

Commenta nel Forum del Ciclismo

Riccardo Riccò è formalmente indagato dalla Procura di Modena per presunta violazione dell'articolo 9 della Legge antidoping. Lo confermano fonti investigative. Il ciclista di ventisei anni è ancora ricoverato all'Ospedale di Baggiovara di Modena, dove si trova da domenica 7 febbraio in seguito a un malore. Lo stesso corridore avrebbe ammesso a chi gli prestava le prime cure, all'Ospedale di Pavullo di Modena, di aver compiuto un'autoemotrasfusione.

La Procura di Modena sta anche cercando di capire chi possa aver assistito Riccò in questa pratica, ritenendo improbabile che abbia agito da solo. Tra pochi giorni, se le condizioni di salute dovessero ulteriormente migliorare, il ciclista potrebbe essere dimesso dall'Ospedale. Nei giorni scorsi è stato sospeso dalla squadra Vacansoleil.

Tutti i siti Sky