Caricamento in corso...
16 febbraio 2011

Armstrong dice basta. "La politica? Non fa per me"

print-icon
arm

Sette come i Tour vinti in carriera da Lance Armstrong (Getty)

Lo statunitense, come preannunciato un mese fa, ha ufficializzato il suo addio alle corse. Lascia con sette Tour de France e un Mondiale in bacheca, ma anche con l'ombra del doping su una carriera fantastica. LE FOTO

Lance Armstrong: 1999-2011, le tappe del signore in giallo

Sfoglia l'Album del Ciclismo

Il sette volte vincitore del Tour de France Lance Armstrong ha annunciato negli Stati Uniti l'addio definitivo all'attività agonistica. Dopo aver dichiarato lo scorso gennaio il ritiro dalle competizioni internazionali, il texano ha deciso di appendere la bici al chiodo.

Armstrong, a 39 anni, è al suo secondo ritiro dalle gare. Il primo risale al 2005: al termine di quell'edizione del Tour de France annunciò che lasciava il ciclismo agonistico. Quattro anni dopo, però, tornò in gruppo e nel Tour 2009  conquistò il terzo gradino del podio.

Oltre ai sette Tour vinti consecutivamente tra il 1999 e il 2005, Armstrong vanta in bacheca un bronzo a cronometro nell'Olimpiade di Sydney e il Campionato del mondo su strada del 1993 di Oslo. Il 'cowboy' dovrà ora difendersi dalle molteplici accuse di doping, non ultima quella lanciata da Floyd Landis, suo ex compagno di squadra alla Us Postal.

Escluso invece un suo ingresso in politica: "Non potrei, è un lavoro troppo ingrato - ha spiegato -. Se lo facessi, deluderei immediatamente la metà degli elettori, che mi accuserebbero di essere o repubblicano, o democratico. E restare perfettamente al centro è impossibile. Dunque, no grazie. Seguirò le attività della fondazione, senza pensare più di tanto a quanto andavo forte scalando l'Alpe d'Huez".

Commenta nel Forum di Ciclismo



Tutti i siti Sky