Caricamento in corso...
19 febbraio 2011

Riccò, nessuno sconto: licenziato dalla Vacansoleil

print-icon
ric

Riccardo Riccò è stato licenziato dal Team Vacansoleil (Getty)

Il ciclista emiliano è stato cacciato dalla squadra olandese, che lo aveva sospeso dopo la vicenda-doping relativa all'emotrasfusione, su cui sta indagando anche Procura di Modena. Motivo: aver violato il regolamento interno del team. L'ALBUM

Commenta nel Forum del Ciclismo

La Vacansoleil ha annunciato di aver licenziato Riccardo Riccò 'per aver violato il regolamento interno' della formazione olandese. Il team aveva sospeso il ciclista emiliano dopo quanto affermato dall'atleta, che dopo un malore aveva ammesso di essersi sottoposto ad autotrasfusione. Formalmente indagato dalla Procura di Modena sulla vicenda aveva aperto un procedimento anche la Procura antidoping del Coni.

Dopo aver ascoltato le spiegazioni di Riccò, dimesso venerdì dall'ospedale di Modena, la Vacansoleil ha deciso di licenziarlo. All'inizio del mese in un comunicato il team olandese aveva annunciato che avrebbe cacciato il ciclista se fosse emerso l'uso di sostanze dopanti.

Il Cobra, oltre alla radiazione a livello sportivo (ha già scontato 20 mesi di squalifica per la positività al Cera al Tour 2008), rischia anche l'incriminazione per la violazione dell'articolo 9 della normativa antidoping.

Guarda anche:
Doping: Riccò dimesso, presto sarà sentito dalla Procura

Tutti i siti Sky