Caricamento in corso...
14 aprile 2011

Doping, giro di vite della Federciclo: sanzioni raddoppiate

print-icon
uci

La Federciclismo stringe le maglie sull'ombra del doping (Getty)

La squalifica in caso di positività passa da due a quattro anni. La Federazione inoltre proporrà la radiazione di tutti gli atleti e i dirigenti già coinvolti in casi analoghi. Parametri più stretti anche per i ciclisti che vestiranno l'azzurro

Sfoglia l'Album del ciclismo

Il Team Sky a Sky: i video, in sella coi campioni

Il raddoppio delle sanzioni disciplinari per doping (da due a quattro anni), la radiazione in caso di recidiva per gli atleti e la radiazione per ogni altra figura (tecnici, massaggiatori, addetti ai lavori) che siano stati sanzionati nell'ambito di procedimenti disciplinari legati al doping. Sono alcune delle misure che gli stati generali del ciclismo, riunitisi oggi a Milano, proporranno al consiglio federale previsto il prossimo 4 maggio, per rispondere al richiamo del presidente del Coni, Gianni Petrucci, il quale nei giorni scorsi aveva invitato il mondo delle due ruote ad assumere provvedimenti in grado di rispondere alla perdita di credibilita' a causa del doping.

Verra' proposta anche una stretta nei confronti degli atleti che vestono la maglia azzurra i quali, oltre a non dover avere procedimenti per doping in corso, potranno essere convocati solo se in possesso di credibili parametri biologici.

Commenta nel Forum del Ciclismo

Guarda anche:
Ombra doping su Ballan e Cunego: trema il ciclismo italiano

Tutti i siti Sky