Caricamento in corso...
10 maggio 2011

Morte Weylandt, il padre alla camera mortuaria

print-icon
wou

La camera mortuaria dell'ospedale di Lavagna

Il genitore del ciclista belga deceduto ieri in seguito a una caduta nella terza tappa del Giro, questa mattina si è recato presso l'ospedale di Lavagna per il riconoscimento. Domani il corpo verrà trasferito in Belgio. I VIDEO E LE FOTO

Dramma al Giro, morto Weylandt - LA FOTOSEQUENZA DEI SOCCORSI

Vai allo Speciale Giro 2011

Ciclismo tragico: una lunga sequenza di lutti - L'editoriale di Giovanni Bruno

Potrebbe partire già domattina con un volo da Malpensa il corpo di Wouter Weylandt, il ciclista belga morto ieri a pochi chilometri dal traguardo di tappa di Rapallo. Lo ha detto il responsabile delle pompe funebri che nel pomeriggio arriverà a Lavagna per ricomporre il corpo del ciclista dopo l'autopsia. E' possibile che nella morgue dell'ospedale venga allestita anche una piccola camera ardente dove, una volta ricomposto il corpo, si potrà rendere l'ultimo saluto al ciclista belga.

Il padre del corridore belga è già stato nella camera mortuaria per il riconoscimento del corpo del figlio. Weylandt è arrivato su un'auto della team Leopard accompagnato da alcuni dirigenti. Il padre era arrivato ieri sera all'aeroporto di Milano Malpensa assieme alla moglie del ciclista, Anne Sophie.

Appena giunto in Italia dopo la tragedia, era stato lo stesso padre di Weylandt a parlare del dramma che aveva colpito il Giro, ma la sua famiglia in prima persona, invitando la corsa a proseguire: "Devono andare avanti nel nome di mio figlio", erano state le sue prime parole.

FOTO: l'Album del ciclismo - Berzin, l'ex re del Giro si confessa - Le planimetrie del Giro: 21 tappe per duri - Torino in festa per il via al Giro - I siluri della cronosquadre - La prima volata trionfale di Petacchi


Tutte le tappe del Giro 2011

Dramma nella Terza Tappa: commenta nel Forum del Ciclismo

Tutti i siti Sky