Caricamento in corso...
23 maggio 2011

Ciclismo, muore tragicamente lo spagnolo Xavier Tondo

print-icon
xav

Xavier Tondo, il campione della spagnola Movistar morto tragicamente

Il corridore della Movistar è stato vittima di un incidente in Sierra Nevada, dove si trovava per un periodo di allenamento. La notizia ha raggiunto anche i ciclisti al Giro. Contador: "Era una persona incredibile", Nibali: "E' un amico che se ne va"

Vai allo Speciale: foto, video, tutte le news sul Giro 2011

Il ciclista spagnolo della Movistar Xavier Tondo, 32 anni, è morto oggi in un incidente in una stazione sciistica della Sierra Nevada, in Andalusia, ha reso noto la polizia di Granada. Stando alle prime indicazioni Tondo, vincitore quest'anno del Giro della Castiglia-Leon, è rimasto incastrato fra la propria auto e la porta di un garage che si stava richiudendo. La polizia sta procedendo ad accertamenti sulle circostanze dell'incidente. L'incidente è intervenuto verso le 10 del mattino, nella stazione sciistica di Monachi, nella Sierra Nevada, in Andalusia. In circostanze ancora non chiare, Tondo è sceso dalla macchina dopo essere uscito dal garage e si è avvicinato alla porta che si stava chiudendo. L'auto, forse lasciata in folle, è tornata indietro e lo ha schiacciato contro la porta.

Secondo la guardia civil di Granada, lo sportivo sarebbe "morto sul colpo". Tondo, professionista dal 2003, si trovava nella Sierra Granada per un periodo di allenamento in altitudine con altri ciclisti iberici. Con lui si trovava in particolare lo spagnolo della Euskaltel Benat Intxausti. La notizia della morte di Xavi Tondo è stata  confermata dalla Movistar in un messaggio su Twitter. "Xavi Tondo (1978-2011). Non ti dimenticheremo mai. R.i.p.", si legge nel post.

Nato a Tarragona il 5 novembre del  1978, Tondo aveva debuttato da 'pro' nel 2003 con la Paternina-Costa  de Almeria. Fra i suoi migliori risultati si segnalano il successo al Giro del Portogallo (2007) e le vittoria di tappa alla Parigi-Nizza e  al Giro di Catalogna nel 2010.

L'anno scorso era stato gregario di Carlos Sastre al Giro  d'Italia. Dopo l'addio alla Cervelo, quest'anno era stato ingaggiato dalla Movistar Team con cui aveva vinto la Vuelta a Castilla y Leon.  La notizia della sua morte è stata appresa anche dai corridori  impegnati al Giro d'Italia. Alberto Contador, maglia rosa, l'ha  commentata su Twitter: "Le mie sincere condoglianze alla famiglia, era una persona incredibile che amava questo sport. Mi mancherai molto, riposa in pace", scrive Contador. Il leader del giro, in segno di lutto, ha anche deciso di annullare la conferenza stampa odierna.

Anche Vincenzo Nibali ha ricordato con commozione lo spagnolo: "Sono sconcertato, non riesco a capire come sia potuto accadere, è un incidente veramente strano. E' stato un mio grande rivale, lo ricordo sempre sorridente, è un amico che se ne va".

Guarda anche:
FOTO: i funerali di Weylandt a Gand - Dramma al Giro, morto Weylandt - LA FOTOSEQUENZA DEI SOCCORSI - E la moglie Anne Sophie saluta il suo Wouter - Quel muro maledetto dov'è morto Weylandt - Wouter Weylandt, una vita spezzata al Giro: tutto l'album

Tutti i siti Sky