Caricamento in corso...
16 giugno 2011

Grane per Contador: in bici a fari spenti nel tunnel

print-icon
gir

Dopo i guai, più seri, per il doping al Tour ora nuove seccature per il campionissimo spagnolo

Il campione spagnolo vincitore del Giro è stato fermato in Francia dai gendarmi mentre, sulle Alpi, percorreva una galleria. Infrazione al codice della strada. Ma poi gli inflessibili poliziotti gli mandano le scuse ufficiali nell'hotel dov'è in ritiro

FOTO: l'Album delle imprese a due ruote - Per Contador il presente è tutto rosa - E anche Milano si veste di rosa per Contador - Clamoroso al Giro: suona l'inno franchista per Contador

Vai allo Speciale Giro d'Italia 2011

Fresco vincitore del Giro d'Italia, Alberto Contador è stato fermato da agenti della Gendarmeria mentre stava allenandosi sulle Alpi francesi per preparare l'imminente Tour, in cui difenderà la maglia gialla conquistata l'anno scorso. Niente accuse di doping, per lo meno non questa volta: secondo il quotidiano sportivo L'Equipe, il corridore spagnolo è stato invece sorpreso a percorrere un tunnel senza aver acceso il fanalino della propria bicicletta, infrangendo così il codice della strada.

Contador ha tentato di giustificarsi affermando che la visibilità era comunque assicurata dalle luci dell'ammiraglia che lo accompagnava, subito dietro di lui, ma i gendarmi non hanno voluto sentire ragione: lo hanno obbligato a smontare di sella e a completare in auto il tratto in galleria. Qualche ora dopo, però, il comando di zona ha telefonato all'albergo del ciclista per porgergli le più sentite scuse.

Sulla testa del fuoriclasse iberico pende tuttora, com'è noto, il verdetto del Tribunale Arbitrale dello Sport dopo la positività al clembuterolo durante la passata edizione della Grande Boucle francese. Guai di ben altra natura.

Guarda anche:
Contador, slitta ancora l'udienza al Tas
Contador, un eroe in Spagna. Aspettando il verdetto doping

Commenta nel Forum del Ciclismo

Tutti i siti Sky