Caricamento in corso...
03 luglio 2011

Tour, la cronosquadre regala la maglia gialla a Hushovd

print-icon
tho

Thor Hushovd è la nuova maglia gialla del Tour

La Garmin-Cervelo ha vinto la seconda tappa della Grande Boucle, a cronometro nel circuito di 23 km di Les Essarts, consentendo al campione del mondo in carica di indossare il segno del comando. Bene la Bmc e il Team Sky. Generale: Contador attardato

FOTO: immagini dalla storia del Tour - Cipollini, Re Leone leggenda del Tour

NEWS: Svolta "verde" del Team Sky al Tour. Per salvare le foreste - Il Tour de France 2011 tappa per tappa

Campione del mondo e oggi anche maglia gialla: dopo una Parigi-Roubaix da dimenticare, ed una bella tappa vinta al Giro della Svizzera, il norvegese Thor Hushovd ha guadagnato anche la maglia gialla al termine di una cronosquadre di 23 km che ha corso con la sua Garmin Cervelo in 24'48" ed una media di 55,6 km/h, nella seconda tappa del Tour.

La squadra americana, che non aveva ancora mai vinto alla Grande Boucle e conta specialisti delle prove contro il tempo come Millar e Zabriskie, ha strappato la vittoria per 4" soli alla Bmc, tirata dall'australiano Cadel Evans, e alla Sky di Bradley Wiggins, altro uomo di classifica. Motivatissimo l'ex campione del mondo: Evans (perfetta la strategia della sua squadra) prende solo 1" di ritardo sul leader nella classifica generale e punta più che mai al podio. Terza a 5" la Leopard degli Schleck e dell'abile Fabian Cancellara, giusto davanti alla Htc di Cavendish e Tony Martin.

Il Tour de France proprio dice no ad Alberto Contador. Prima c'erano stati i fischi del pubblico, durante la cerimonia di presentazione delle squadre. Un sospetto di doping che non perdona. Poi, sabato, durante la prima tappa, una carambolata di gruppo a 9 km dalla fine che lo blocca e gli fa perdere preziosi secondi. Anche nella cronosquadre è andata maluccio per lui. La sua squadra, la Saxo Bank, che ha aperto la cronosquadre di Les Essarts, è finita 8/a nella tabella d'arrivo a 28". Lo spagnolo accusando già 1'41" da Evans e ben 1'37" da Andy Schleck. Che non è poco. "Ho un vero problema, con quasi due minuti di ritardo", ha commentato a fine tappa lo spagnolo, che per tutti gli osservatori aveva già il suoi quarto Tour in tasca. "Andy Schleck è molto forte in montagna - ha continuato - e gli ultimi Tour si sono vinti tutti per pochi secondi. Evans è un corridore molto solido, più prendere il vantaggio sugli altri. Sono loro i due favoriti".

Lunedì spazio ai velocisti con la terza tappa, 198 km, da Olonne sur Mer a Redon, in Bretagna. C'è un solo colle da registrare, di quarta categoria: c'è da aspettarsi il primo duello ad alta velocità tra sprinter, in prima linea Cavendish, Petacchi e il leader Hushovd.


L'ordine di arrivo della cronosquadre, seconda tappa del Tour:

1. Team Garmin Cervelo in 24':48"
2. Bmc Racing Team a 0:04"
3. Sky Procycling st
4. Team Leopard Trek st
5. Htc-Highroad a 0:05"

Classifica generale dopo la seconda tappa del Tour de France:

1. Thor Hushovd (Nor/GRM) in 5h06'25"
2. David Millar (Gbr/GRM) st
3. Cadel Evans (Aus, BMC) a 0:01"
4. Geraint Thomas (Gbr/SKY) a 0:04"
5. Linus Gerdemann (Ger/LEO) st
6. Frank Schleck (Lus/LEO) st
7. Fabian Cancellara (Svi/LEO) st
8. Edvald Boasson Hagen (Nor/SKY) st
9. Manuel Quinziato (Ita/BMC) st
10. Andy Schleck (Lus/LEO) st
47. Ivan Basso (Ita/LIQ) a 0:57"
75. Alberto Contador (Spa/SBS) a 1:42"

Chi vincerà il Tour? Fai il tuo pronostico sul forum del ciclismo

Tutti i siti Sky