Caricamento in corso...
07 marzo 2012

Tirreno-Adriatico al via: Evans il favorito, c'è Cavendish

print-icon
mar

Il campione del mondo Mark Cavendish, sarà lo sprinter del Team Sky l'uomo da battere in volata (Getty)

Parte oggi con la crono a squadre di Donoratico la 47esima edizione della corsa dei due mari. 170 i corridori in gara. L'uomo da battere è l'australiano, ma occhio anche a Nibali e Scarponi. Il Team Sky punta tutto sul velocista campione del mondo

Guida tv: così la Tirreno Adriatico su Eurosport

E' Cadel Evans il favorito d'obbligo della Tirreno-Adriatico, la prima corsa a tappe italiana della stagione che è giunta alla 47/a edizione. Il campione australiano della Bmc, che l'anno scorso si impose prima di conquistare la vittoria al Tour de France, dovrà però vedersela con un lotto di avversari piuttosto agguerrito, che comprende gli italiani Michele Scarponi, Vincenzo Nibali e Stefano Garzelli, lo spagnolo Joaquin Rodriguez, il ceco Roman Kreuziger. La gara prenderà il via domani da San Vincenzo (Livorno) per concludersi il 13 marzo sul lungomare di San Benedetto del Tronto, a soli quattro giorni dalla Milano-Sanremo, in programma sabato 17.

Cadel Evans, alla vigilia, dichiara che il suo obiettivo non è tanto ripetere la vittoria dello scorso anno, quanto piuttosto avere chiare indicazioni sul suo attuale stato di forma in vista delle sfide che lo aspettano, in primis il Tour. "Finora ho lavorato bene - ha detto Evans -, ma ripetermi in questa corsa non è importante come avere le risposte che cerco. Amo questa corsa, quella dello scorso anno la considero uno dei miei più grandi successi". L'anno scorso la vittoria portò fortuna all'australiano: fu proprio la corsa dei due mari a lanciarlo verso il successo al Tour. Evans, 35 anni, vive in Italia e sua moglie, Chiara, è italiana. Quest'anno la Bmc è un vero squadrone, con l'arrivo anche del belga Philippe Gilbert. Le caratteristiche del percorso di quest'anno, dominato dalla tappa quasi alpina di Prati di Tivo, potrebbe favorire chi punta tutto su quella frazione per fare la differenza, crono a parte. "E' certo una tappa importante - ha aggiunto l'australiano - e sarà probabilmente decisiva per la classifica finale".

Sono ventidue le squadre iscritte, per un totale di oltre 170 corridori, che oggi saranno tutti impegnati nella crono a squadre di apertura, un percorso di 16,9 chilometri con traguardo a Donoratico (Livorno). Da giovedì potranno scatenarsi i velocisti, capitanati dal campione del mondo del Team Sky Mark Cavendish, che avrà a che fare con Alessandro Petacchi, Matthew Goss (vincitore della Milano-Sanremo 2011), Andrè Greipel, Oscar Freire, Sacha Modolo. Tra i possibili vincitori di tappa, e non solo, vanno annoverati Fabian Cancellara, vincitore sabato scorso alla Strade Bianche, lo stesso Gilbert, Edvald Boasson Hagen. Tra gli altri italiani Alessandro Ballan, il campione italiano Giovanni Visconti, Filippo Pozzato e Oscar Gatto.

Guida tv: così la Parigi-Nizza su Sky

Tutti i siti Sky