Caricamento in corso...
20 maggio 2012

Giro, si arriva ai Piani Resinelli: la 15esima tappa LIVE

print-icon
gir

La 15esima tappa del Giro d'Italia, sotto la pioggia verso Pian dei Resinelli

Ancora un arrivo in salita dopo le fatiche di Cervinia. Il gruppo affronterà tre gran premi della montagna nei 169 km da Busto Arsizio a Lecco. Gli ultimi 8 sono tutti all'insù, con tratti oltre il 7% di pendenza

Non è un tappone, ma guai a sottovalutarla. La 15esima tappa, 169 km da Busto Arsizio a Lecco/Pian dei Resinelli, riaprirà la battaglia tra i favoriti per la vittoria finale, dopo l'arrivo a Cervinia. Tre i gran premi della montagna in programma, tutti negli ultimi 100 km, e il finale in salita: gli ingredienti per la sfida tra gli uomini di classifica ci sono tutti.

La partenza è prevista in via Cassano Magnago, alle 12.30, mentre l'arrivo è posizionato in piazza Daniele Chiappa, fra le 17 e le 17.30. Si tratta della seconda tappa consecutiva classificata come di "alta montagna", ma i primi 70 km saranno pianeggianti e attraverseranno la Brianza, con il traguardo volante di Lecco (dopo 62,2 km) e fino all'inizio della salita del Valico di Valcava (1a categoria, a 1.340 metri d'altezza), dopo 85,5 km di corsa.

Da quel punto in poi sarà - comer detto - tutto un susseguirsi di salite, attraverso la provincia bergamasca e senza più un metro di pianura. I corridori saranno chiamati a scalare in sequenza la salita di Berbenno, quella della Forcella di Bura (gpm di 3a categoria, a 844 metri d'altezza e al km 124,6) e quella del Culmine di San Pietro (gmp di 2a, a 1.254 metri, dopo 143 km), per arrivare fino a Ballabio, dunque ai piedi dell'ascesa finale.

Il tratto iniziale dell'ultima salita arriverà a oltre 7,8% di pendenza, poi diventerà appena più dolce. Saranno in tutto 15 tornanti a carreggiata ristretta, che testeranno le ambizioni dei favoriti, ma potrebbero premiare un attaccante.

Lecco ha ospitato per tre volte una tappa d'arrivo del Giro d'Italia: nel 1956 (vittoria di Albani, nella 17a frazione partita da Rapallo, in Liguria), nel 1960 (successo del francese Anquetil, nella 16a tappa ribattezzata Cronobrianza Seregno-Lecco), nel 1984 (affermazione dello svizzero Bruggman, nella 17a tappa che era scattata da Bardonecchia).

Tutti i siti Sky