Caricamento in corso...
21 luglio 2012

Wiggins cannibale: prende crono e Tour. Nibali è sul podio

print-icon

Il britannico del Team Sky non delude le attese ed è di nuovo il più forte contro le lancette. Wiggo conquista così la sua seconda tappa alla Grande Boucle, davanti all'altro Sky Froome. Bene il siciliano, che si conferma terzo alle spalle dei due inglesi

Per gli altri, sono stati 53 chilometri di sofferenza. Per Bradley Wiggins, il modo per ribadire che il più forte, il degno vincitore della 99esima edizione del Tour de France, è lui. La lotta per la maglia gialla è finita così: con una nuova esibizione di forza del britannico. Che, da grande specialista delle prove contro le lancette, ha conquistato la 19esima tappa a cronometro (da Bonneval a Chartres) e - salvo incredibili colpi di scena nella passerella di domani a Parigi - consegnerà al Team Sky la sua prima vittoria alla Grande Boucle. %0 km/h l'incredibile media dell'inglese.

Secondo di giornata e nella generale resta Chris Froome: il rampante gregario, che ha scalpitato in salita e a cronometro è stato secondo solo al proprio capitano. Secondo qualcuno, Froome avrebbe potuto vincere il Tour, non fosse stato costretto ad attendere Wiggins nelle tappe di montagna, in un paio di occasioni. Conti alla mano, è difficile da immaginare, visto che la maglia gialla - che in salita è andato meglio di tanti scalatori - ha rifilato al compagno oltre 2 minuti nelle prove contro il tempo.

Con una buona cronometro, Vincenzo Nibali ha confermato la terza piazza . Un grande risultato per lo "squaletto" della Liquigas, che riporta un italiano sul podio della Grande Boucle dopo sette anni (Basso fu secondo nel 2005). Nibali ha amministrato bene il vantaggio su chi lo seguiva e, anche se non è riuscito ad attaccare Froome per il secondo posto, può essere soddisfatto del proprio Tour.

Nella nuova graduatoria - che attende appunto solo di essere ufficializzata dopo la volata sui Campi Elisi - lo seguono in quarta e quinta piazza il belga Jurgen Van den Broeck e l'americano Tejay Van Garderen, compagno di un deludente e malandato Evans e miglior giovane di questo Tour.



Ordine d'arrivo della 19esima tappa
1. Bradley Wiggins (Team Sky) in 1h04'13"
2. Chris Froome (Team Sky) a 1'16"
3. Luis Leon Sanchez (Rabobank) a 1'50"
4. Peter Velits (Omega Pharma) a 2'02"
5. Richie Porte (Team Sky) a 2'25"

Classifica generale
1. Bradley Wiggins (Team Sky) in 84h26'31"
2. Chris Froome (Team Sky) a 3'21"
3. Vincenzo Nibali (Liquigas) a 6'19"
4. Jurgen Van den Broeck (Lotto) a 10'15"
5. Tejay Van Garderen (Bmc) a 11'04"

Tutti i siti Sky