Caricamento in corso...
02 marzo 2013

Uno strepitoso Moreno Moser vince le Strade Bianche

print-icon

Nella corsa toscana, il cui percorso è tutto sullo sterrato, il corridore della Liquigas Cannondale, nipote di Francesco, batte sul traguardo di Siena lo slovacco Peter Sagan e Rinaldo Nocentini. Si tratta del primo successo azzurro in sette edizioni

Moreno Moser (Cannondale Pro Cycling) in 5h01'53" alla media di 37,365 km/h ha vinto la settima edizione della Strade Bianche by Limar battendo il compagno di squadra Peter Sagan, giunto a 6" e Rinaldo Nocentini (AG2R La Mondiale) a 7". . Con un'azione perentoria nel finale Moreno Moser, nipote di Francesco, stacca i compagni di fuga e si aggiudica la settima edizione della Strade Bianche.
Il ventiduenne portacolori della Cannondale Pro Cycling è il primo italiano ad imporsi nella Strade bianche, la corsa che si snoda per i tratti sterrati della provincia di Siena. Dietro di lui il compagno di squadra Peter Sagan, uno dei grandi favoriti della vigilia, al terzo posto l'altro italiano Rinaldo Nocentini. La corsa è stata caratterizzata dalla lunga fuga di quattro corridori: Ermeti, Saramotins, Belkov e Schar.
A 17 km dal traguardo Moser ha dato il via all'azione che lo ha portato a ridurre lo svantaggio dai fuggitivi, fino a ricongiungersi definitivamente a 6 km dall'arrivo. All'inizio dell'ultima durissima rampa, con tratti del 18 per cento, Moser ha staccato i rivali di prepotenza per poi presentarsi sul traguardo di Piazza del Campo a braccia alzate.

Tutti i siti Sky